Lavatrici & Asciugatrici

(19)

Scopri le lavasciuga e asciugatrici slim Klarstein

Insieme ad altri elettrodomestici di uso comune, come ad esempio frigoriferi e lavastoviglie, le lavatrici e le asciugatrici sono indubbiamente apparecchi essenziali che nel quotidiano ci rendono la vita più semplice. Grazie alle loro dimensioni compatte, le moderne lavatrici e asciugatrici slim possono essere collocate in bagno, in cucina o sul balcone, risparmiando tempo e fatica. Lo stesso vale per le asciugatrici, davvero indispensabili quando non hai spazio sufficiente per stendere il bucato. Una lavasciuga integrata, infine, è un’altra buona scelta se lo spazio a disposizione è limitato: una soluzione all-in-one che permette di sfruttare al meglio il proprio budget, evitando la necessità di due apparecchi separati.

Disponibili nelle versioni con carico frontale o dall'alto, le asciugatrici e lavasciuga Klarstein sono perfette per soddisfare le esigenze di single o di famiglie medio-piccole. Nella nostra galleria di prodotti trovi diverse asciugatrici in offerta, compatte e studiate appositamente per adattarsi a piccoli appartamenti e spazi, perfette quando non intendi rinunciare al piacere di un bucato morbido e profumato quando non è possibile farlo asciugare all'aperto. Con un ingombro ridotto, diversi programmi di asciugatura e un’estrema facilità d'uso, le nostre asciugatrici compatte sono un elettrodomestico essenziale. Dai un’occhiata alla nostra galleria di prodotti e approfitta delle nostre offerte, per goderti sempre vestiti perfettamente asciutti e profumati.

Asciugatrice: aspetti da considerare

Le asciugatrici elettriche si rivelano estremamente utili quando l'asciugatura deve necessariamente avvenire all’interno, mentre una lavasciuga permette di passare dai panni sporchi al bucato asciutto con lo stesso apparecchio, con un notevole risparmio di spazio. A seguire, elenchiamo alcuni punti che questi prodotti hanno in comune e che vanno considerati attentamente prima dell'acquisto:

  • Etichetta energetica e consumo
    Dovresti considerare il consumo energetico dell'elettrodomestico, che è sempre dichiarato nell'etichetta energetica. Se si spende un po' di più all'inizio, si può ottenere un modello con una classe energetica più alta, il che si tradurrà in minori consumi in bolletta.

  • Dimensioni
    Le dimensioni standard, se escludiamo le asciugatrici e le lavatrici slim, sono 60x60x85 cm. I due elettrodomestici affiancati occuperanno quindi il doppio della superficie. Ma non dimenticare che in alcuni casi possono anche essere impilati. D'altra parte, con la lavasciuga, si risparmia molto spazio perché le funzioni di lavaggio e asciugatura sono combinate in un unico corpo.

  • Sistema di carico
    Una lavatrice verticale è sicuramente più comoda di una con il classico sportello frontale, e ti permette di risparmiare anche un po' di spazio. D'altra parte, va considerato che non è possibile usarla come piano d’appoggio per un’asciugatrice.

  • Capacità di carico
    La scelta dipende dalle tue abitudini e dal tipo di utilizzo. Nel caso della lavasciuga, ricorda sempre che la capacità di asciugatura è comunque inferiore alla capacità massima di lavaggio.

  • Velocità di rotazione All'aumentare del numero di giri, la centrifuga consuma di più ma, allo stesso tempo, svolge meglio il suo lavoro. 400 giri è il valore minimo, ma si può arrivare fino a 1800 giri con i modelli di punta.

  • Emissioni di rumore
    Un alto livello di rumore caratterizza di solito la fase di centrifuga. Espresso in decibel, il suo valore è normalmente riportato sull'etichetta energetica, ed è importante valutarlo attentamente, soprattutto se si prevede l’utilizzo nelle ore notturne.

Come funziona un'asciugatrice?

Le asciugatrici possono usare diversi meccanismi per produrre il calore necessario ad asciugare i tessuti, riscaldando l'aria presa dall'esterno e poi ventilandola all'interno. Ci sono due modi per generare l'aria calda:

  • sistema a resistenza elettrica
  • pompa di calore

Nelle asciugatrici a resistenza elettrica, l'asciugatura è assicurata dal funzionamento combinato della resistenza elettrica e di un ventilatore che diffonde uniformemente il calore nel tamburo: da un punto di vista meccanico, si tratta di un meccanismo semplice per cui l'aria, presa dall'esterno, viene fatta passare attraverso una resistenza elettrica molto calda e poi introdotta all'interno. Da un punto di vista economico, è sicuramente l’asciugatrice meno costosa, grazie alla sua semplicità, ma il consumo energetico è relativamente alto.

Le asciugatrici a pompa di calore, al contrario, sfruttano una tecnologia in cui l'aria calda è generata da una pompa di calore all'interno della macchina: una soluzione notevolmente più complessa e meno economica. Oltre al serbatoio, il nucleo del sistema di riscaldamento è formato da un circuito compressore con gas refrigerante e un motore simile a quello di un condizionatore. Le asciugatrici a pompa di calore sono disponibili solo in classe energetica A, e ovviamente il consumo energetico di una pompa di calore è notevolmente inferiore a quello di un'asciugatrice a resistenza elettrica.

L'asciugatrice danneggia i vestiti?

Una delle paure più diffuse in merito all'uso delle asciugatrici ha a che vedere con la possibilità di danneggiare il bucato. Spesso, infatti, si ritiene che l’asciugatrice possa rovinare il colore e la consistenza dei tessuti, e persino restringere i capi. Il rischio in effetti esiste, ma solo se si il dispositivo lavora a temperature molto elevate, e con i capi di cotone, oppure quando si impostano tempi di asciugatura lunghi, con il rischio di far seccare gli indumenti. Le asciugatrici di ultima generazione sono progettate per mantenere temperature basse e garantire cicli rapidi, oltre a disporre di programmi diversificati a seconda delle caratteristiche del bucato. Spesso al loro interno sono presenti sensori che rilevano il grado di umidità e il peso del bucato, in modo da adattare il ciclo di asciugatura di conseguenza. I nuovi modelli, con tecnologia a pompa di calore, asciugano a temperature più basse dei sistemi tradizionali a condensazione, e garantiscono una maggiore cura delle fibre preservando l'integrità dei tessuti.

Asciugatura a tamburo: vantaggi rispetto all'asciugatura naturale

L'asciugatura naturale richiede molto più tempo e se effettuata all'esterno, specie se ti in città, presenta l’inconveniente dell’assorbimento lo smog e degli tutti gli odori presenti nell'aria, compromettendo il livello di igiene. Inoltre, irrigidisce i tessuti che sono meno facili da stirare. Quando stendi i panni all'interno della casa, l'acqua rilasciata dai tessuti viene assorbita dai muri e dell'ambiente, assorbendo umidità. L’unico vantaggio dell'asciugatura naturale, in sostanza, è che non si utilizza l'elettricità.

Con l'uso di un’asciugatrice, i tempi si riducono notevolmente, e potrai far seccare perfettamente il bucato indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. L'acqua di condensa non si diffonderà nell'ambiente, e i vestiti rimarranno morbidi, profumati e facili da stirare. Un’asciugatrice piccola, come quelle che trovi nel nostro shop online, è quindi un elettrodomestico che ti fornisce un reale supporto alle operazioni di asciugatura e stiratura, permettendoti di risparmiare tempo.

torna su