Microonde

Forno a microonde: protagonista assoluto in cucina

Klarstein Luminance Prime forno a microonde

Scaldare, scongelare e cuocere cibi rapidamente, con un risparmio notevole di energia: un forno a microonde è un ottimo alleato che ti permette di ottimizzare i tempi in cucina e offre molti vantaggi, quando il tempo a disposizione è poco e non vuoi rinunciare al piacere di uno spuntino o pasto caldo. Ma non solo.

Se fino a pochi anni fa il forno a microonde era considerato un elettrodomestico utile appena a riscaldare liquidi o tuttalpiù qualche avanzo, oggi è diventato un dispositivo essenziale in tutte le cucine, utilissimo nella preparazione di numerose pietanze e dolci, e molto spesso in grado di sostituire senza problemi un forno elettrico di tipo tradizionale.

Grazie all’evoluzione tecnologica degli ultimi anni, l’offerta è oggi estremamente variegata e comprende modelli che di fatto superano le funzionalità tradizionali di un microonde. Sono ormai estremamente diffusi, infatti, microonde che permettono anche di grigliare i cibi e funzionare in modalità ventilata, per una migliore distribuzione interna del calore. Un forno microonde combinato di ultima generazione, dotato d’innovative funzionalità come ad esempio il sistema di cottura Crisp, permetterà di ottenere risultati simili a quelli di una frittura senza dover usare oli e grassi.

Visita la nostra galleria e trova il microonde migliore per le tue esigenze. A seguire forniamo alcune informazioni utili per capire come funziona e quali sono le principali tipologie in commercio.

Come funziona un forno a microonde?

Il principio di funzionamento di un forno a microonde si basa sulle onde elettromagnetiche - le microonde, appunto - generate da una valvola termoionica interna chiamata magnetron. È il contatto tra queste radiazioni e le molecole di acqua, zucchero e grassi contenuti nei cibi a provocare l’attrito da cui si genera il calore, che scalda e cuoce gli alimenti in tempi estremamente ridotti.

Il tipo di cottura a microonde dal punto di vista del risultato assomiglia alla lessatura, con il vantaggio che le sostanze nutritive non vengono disperse nell’acqua; contrariamente a quanto si potrebbe pensare, quindi, la cottura a microonde è salutare, poiché usa i grassi già presenti doverne aggiungere degli altri, e preserva i nutrienti contenuti negli alimenti. Grazie alla schermatura della porta, durante la cottura le radiazioni elettromagnetiche non fuoriescono, e siccome il calore viene generato all’interno dell’alimento in preparazione, il contenitore e le pareti del forno non si scaldano, eliminando così il rischio di scottarsi.

Microonde da incasso o a installazione libera?

A seconda della posizione che andranno a occupare in cucina, i microonde si suddividono in modelli a installazione libera e in microonde da incasso.

Klarstein Caroline forno a microonde

I primi sono ideali per essere posizionati sul banco di lavoro della cucina, e hanno dimensioni variabili, spesso alquanto ridotte, per poter essere usati in cucine poco spaziose. La capacità media di quello che viene considerato un forno a microonde piccolo si attesta intorno ai 20 litri, mentre i modelli più grandi possono superare i 40. Ovviamente la scelta del microonde migliore da acquistare dipende dallo spazio a disposizione in cucina, ricordando che per un funzionamento ottimale devono essere sempre garantiti almeno 5 centimetri liberi tra l’apparecchio e le pareti, e 30 sopra il forno stesso.

Klarstein Steelwave forno a microonde

Un microonde da incasso può essere invece collocato all’interno dei mobili della cucina, e per questo motivo le sue misure sono generalmente standard, prevedendo una larghezza di 60 centimetri. Le cucine moderne, considerato l’uso crescente di tali dispositivi, sono spesso progettate in previsione dell’installazione di un microonde da incasso, che oltre a disporre di maggiori funzionalità e capacità e rispetto a un microonde economico free-standing, è progettato con cura dal punto di vista estetico per diventare a tutti gli effetti una parte integrante dell’arredamento.

Usare il microonde in piena sicurezza

Dopo una lunga giornata, a volte una cena veloce e senza problemi nel microonde può sembrare l'opzione migliore. Ma vale la pena sapere che ci sono alcune cose che non dovresti mai cucinare in questo modo. Uno dei motivi più comuni per cui i proprietari di microonde hanno dovuto acquistare un nuovo modello è stata la completa rottura di quello vecchio. Per scongiurare la possibilità di dover sostituire presto il tuo microonde, ci sono alcuni accorgimenti da prendere per prolungare la vita del tuo modello esistente. Tra questi, sicuramente prestare attenzione a ciò che si sceglie di riscaldare, in quanto alcuni elementi possono fare più danni di quanto si possa pensare. Qualche idea? Te la indichiamo nella tabella a seguire.

Cosa non mettere mai nel forno a microonde Cosa fare invece
Mettere un uovo crudo nel microonde per cuocerlo non è assolutamente una buona idea. Le alte temperature utilizzate dalle microonde possono creare un estremo accumulo di vapore all'interno delle uova, al punto che queste possono esplodere - indipendentemente dal fatto che siano sgusciate o meno. Il modo più sicuro per cucinare un uovo sodo è la vecchia maniera - sul tuo fornello in una pentola di acqua bollente.
Cuocere al microonde i peperoncini certamente non sarà un'esperienza piacevole. Se scegli di riscaldarne uno nel microonde, rilascerà grandi quantità di capsaicina, la sostanza chimica che rende piccante il peperoncino, il che potrebbe potenzialmente provocare bruciore e occhi lucidi. Letteralmente qualsiasi altra cosa. La maggior parte dei tipi di peperoncino può essere arrostita, grigliata, saltata in padella o gustata cruda, a seconda del piatto che stai preparando. Assicurati di lavarti sempre accuratamente le mani dopo aver maneggiato i peperoncini
Far saltare il cavolo o gli spinaci nel microonde potrebbe essere potenzialmente pericoloso. Le verdure a foglia hanno bisogno di un po' di umidità per cuocere, quindi cuocere le verdure secche nel microonde potrebbe portare a scintille e potenzialmente provocare un incendio. . Il modo più comune per cucinare le verdure a foglia è la cottura al vapore o la bollitura. Se ti piacciono le verdure un po' più croccanti, possono anche essere saltate in padella.
Non dovresti riscaldare il riso cucinato in casa nel microonde perché potrebbe contenere un tipo di batterio chiamato Bacillus cereus, che non viene ucciso durante il processo di cottura. Se dovessi mangiare del riso che contiene ancora questo batterio, potresti potenzialmente avere un'intossicazione alimentare. Il modo più sicuro per cuocere il riso secco è in una pentola di acqua bollente sul fornello, seguendo le istruzioni sulla confezione. Se non è possibile servire il riso appena cotto, si dovrebbe cercare di raffreddarlo per un'ora e conservarlo in frigorifero per non più di 24 ore.
Andrebbe evitato di mettere salse, pomodori tritati nel microonde, in quanto troppo spesse per permettere al calore e al vapore di fuoriuscire. Il vapore intrappolato potrebbe anche causare lo sviluppo di sacche d'aria nella tua salsa che non scoppiano fino a quando non la rimuovi dal microonde, rischiando vestiti schizzati o addirittura scottature. Il sugo per la pasta a base di pomodoro ha un sapore migliore se lo si riscalda in una casseruola a fuoco medio, aggiungendo una spruzzata d'acqua se la salsa si è addensata mentre era in frigo. Se lo riscaldi nel microonde, aggiungi un po' d'acqua per diluirlo e non esagerare con il tempo o il livello di potenza. .
Può sembrare una buona idea mettere la tua tazza d'acqua direttamente nel microonde per una veloce tazza di tè o caffè, ma poiché essa non ha nulla al suo interno per diffondere l'energia del microonde, può causarne il "surriscaldamento". Pur senza bollire, l'acqua potrebbe comunque essere estremamente calda e potenzialmente pericolosa. Il modo migliore per fare una bevanda calda è con un bollitore o, in mancanza di questo, una pentola di acqua bollente.
I classici sacchetti di carta marrone non dovrebbero mai andare nel microonde, in quanto possono rilasciare fumi pericolosi quando si riscaldano. Alcuni potrebbero anche prendere fuoco all'interno del tuo microonde se si riscaldano troppo velocemente. Se hai voglia di popcorn, basta sostituire il sacchetto di carta marrone con una ciotola per microonde e sei pronto a partire. Aggiungi i chicchi di popcorn, l'olio e il sale o lo zucchero prima di coprire la ciotola con un coperchio ventilato e riscaldare ad alta potenza fino a quando il rumore dello scoppio si ferma.
I contenitori di polistirolo non sono adatti al microonde. Riscaldare il polistirolo nel microonde può fargli perdere la forma o addirittura farlo sciogliere. Il problema più comune, però, è che il calore prodotto dal cibo che stai cucinando potrebbe iniziare a sciogliere il contenitore di polistirolo e rovinare la tua cena. Controlla che tipo di polistirolo stai usando. Un tipo è a prova di microonde, quindi sei a posto, ma l'altro tipo no. Se preferisci peccare di prudenza, trasferisci semplicemente il tuo cibo o la tua bevanda in un contenitore di vetro, ceramica o microonde prima di riscaldarlo.
Accendere il tuo microonde senza niente dentro è da evitare, perché le onde radio che di solito cuociono il cibo vengono reindirizzate all'interno della macchina, danneggiando il microonde nel tempo, e facendogli smettere di riscaldare efficacemente. Controlla sempre che il microonde sia completamente spento quando rimuovi cibo o bevande e tenilo d'occhio quando chiudi lo sportello per assicurarti che non ricominci a funzionare. Se non sei sicuro che il tuo microonde sia difettoso o meno, contatta sempre il produttore prima di usarlo di nuovo.

Forno microonde combinato: il tuttofare dalle mille risorse

Se hai problemi di spazio in cucina e cerchi una soluzione unica per la preparazione di un’ampia varietà di piatti con diverse tecniche di cottura, un forno combinato di ultima generazione rappresenta la scelta migliore. Mentre un microonde tradizionale si limita a riscaldare e scongelare i cibi, un forno combinato presenta infatti un ampio ventaglio di funzioni, facilmente selezionabili dal pannello di controllo, per gestire con estrema precisione temperature e le fasi di cottura con diversi sistemi, e assicurare così la giusta consistenza del prodotto finale.

Klarstein Aerowave 3 in 1 forno a microonde

Una delle possibilità più interessanti è costituita dalla funzione grill per la doratura finale dei piatti, favorendo la formazione di quella gustosa crosticina tipica nella cottura in un forno tradizionale, a partire dall’interazione degli zuccheri e delle proteine presenti negli alimenti. Sfruttando la modalità ventilazione invece, si mette in moto una ventola interna in grado di distribuire in maniera uniforme l’aria calda, permettendo di cuocere velocemente i cibi: la parte esterna viene disidratata ma quella interna resta morbida e succosa, in maniera analoga a quanto avviene con la funzione crisp. Per questo motivo si presta perfettamente per la preparazione di lasagne e pasta al forno, patate, arrosti e pesce. Quando poi il forno è dotato di bollitore interno, è possibile sfruttare la cottura a vapore, ideale per panetteria e pasticceria, poiché aiuta l’impasto a sollevarsi più velocemente e di ottenere croste sempre croccanti e dorate.

La possibilità di usare contemporaneamente le modalità microonde, convezione, vapore e grill offerta dai forni a microonde di ultima generazione permette non solo di trovare sempre la combinazione giusta per una cottura veloce,sana e saporita, ma anche di risparmiare sull’acquisto di elettrodomestici, come ad esempio vaporiere o grill separati. Anche per questo motivo, un forno combinato ha un prezzo di acquisto superiore rispetto alle altre tipologie di microonde, ma rappresenta un investimento intelligente e di lunga durata per una cucina sempre varia e innovativa.

torna su