Termocoperte


Coperte termiche Klarstein: dorme bene chi dorme caldo

Di sera niente dà più piacere che coricarsi in un letto bello caldo, specialmente nei periodi freddi dell’anno, e prepararsi per una lunga notte di sonno che farà bene al corpo e contribuirà a rinnovare le tue energie. Grazie alle coperte termoelettriche di ultima generazione puoi assicurarti tutto il comfort che cerchi quando temperature basse e umidità si fanno sentire di più, senza dover ricorrere alle classiche borse d’acqua calda e scaldini. Sicure, facili e pratiche da usare, le coperte termiche permettono di selezionare e raggiungere in pochi minuti la temperatura ideale nel tuo letto, evitando di dover tenere al massimo il riscaldamento con il rischio di spiacevoli sorprese sulla bolletta.

Su Klarstein trovi un’ampia gamma di coperte termiche, scaldamaterasso e cuscini riscaldanti, in diversi colori e taglie, perfetti per tutte le occasioni in cui un po’ di tepore in più può fare la differenza. Possono essere utilizzate su qualsiasi tipo di letto, ma sono perfette anche per rendere più gradevole un pisolino sul divano o mentre leggi il proprio libro preferito in poltrona, favorendo il rilassamento e la distensione muscolare. A seguire ti forniamo alcune informazioni di base per illustrarti le tipologie di scaldasonno a disposizione e i principali vantaggi del loro uso.

Principali tipologie di coperta termica

Il termine scaldasonno è normalmente usato per tutti i prodotti che servono a riscaldare la superficie del letto facendo uso di elettricità. È importante distinguere, tuttavia, tra coprimaterassi termici, da posizionare tra il lenzuolo e il materasso, e le coperte tewrmiche che sostituiscono piumoni e le tradizionali coperte in lana. I primi offrono una maggior efficienza dal punto dei consumi, visto che tutto il caldo da essi generato rimane nel letto, e sono soggetti a una minor usura nel tempo, perché vengono stesi sul materasso e quindi tendono a stropicciarsi di meno.

Nel caso della coperta termica bisogna considerare che metà di del calore prodotto sarà di fatto disperso verso il soffitto, ma a suo favore gioca senz’altro la maggior versatilità d’uso, potendo essere usata anche su un divano al posto di una normale coperta, e persino in viaggio, se dotata di un sistema di alimentazione a batteria o con la possibilità di collegamento all’accendisigari dell’auto.

Come funzionano le coperte termiche?

Il principio di funzionamento di una termocoperta è simile a quello di tutti gli elettrodomestici che si riscaldano, dai bollitori ai forni elettrici: la resistenza contenuta all'interno si surriscalda al passaggio della corrente elettrica, e il calore è trasmesso agli strati di cui la coperta termica si compone. Il processo avviene in maniera controllata, e i dispositivi di ultima generazione sono dotati di sistemi di protezione che evitano il raggiungimento temperature troppo elevate, prevenendo il rischio di scariche elettriche, incendi o altri inconvenienti.

Il loro utilizzo non potrebbe essere più semplice, dal momento che basta stenderli sul letto, facendo attenzione ad evitare la formazione di pieghe che potrebbero danneggiare i circuiti interni, e accenderli pochi minuti prima di andare a dormire. Per evitare rischi derivanti dall’eccessivo calore o effetti a lungo termine sull’organismo provocati dai campi elettromagnetici che questi dispositivi generano, è consigliabile evitare di tenerli accesi per tutta la notte.

La potenza di una coperta termica è compresa generalmente tra i 50 e i 150 watt, e di conseguenza i consumi sono estremamente ridotti, rendendo tali dispositivi una soluzione pratica e più efficiente rispetto all’uso prolungato dei dispositivi elettrici per il riscaldamento in camera da letto. Inoltre, alcune funzionalità ormai presenti nella maggior parte delle coperte riscaldanti consentono di definire con precisione le modalità d’uso, sempre nell’ottica di diminuire i costi. Tra le funzioni più comuni previste dai dispositivi di ultima generazione troviamo:

  • regolazione della temperatura: i modelli attualmente in commercio sono dotati un commutatore, in alcuni casi con display, per impostare con precisione la temperatura desiderata su due, tre o più livelli, e in alcuni casi anche per zone. Nel caso di una coperta termica matrimoniale, i commutatori sono due, per consentire una maggiore flessibilità e scegliere temperature differenti nelle due metà che la compongono.
  • riscaldamento veloce: grazie a questa opzione i modelli con un voltaggio più elevato consentono di raggiungere la temperatura desiderata in tempi estremamente ridotti.
  • timer: regola lo spegnimento automatico dopo un certo tempo di utilizzo, predefinito o impostato dall’utente, nonché l’accensione programmata in un determinato orario.

Quali materiali sono usati per gli scaldaletto?

Le coperte possono essere fabbricate con materiali naturali o sintetici, e il tessuto è certamente uno degli elementi che maggiormente incidono sul prezzo finale. Cotone e lana hanno un elevato potere isolante e garantiscono una migliore capacità di traspirazione, aiutando a contenere il ristagno di umidità e il proliferare di germi: per questo motivo sono perfetti per l’uso in condizioni climatiche estreme.

Se però la camera da letto è già calda, usare una coperta termica realizzata con materiali naturali può essere controproducente, poiché il calore trattenuto all’interno del letto favorisce un’eccessiva sudorazione. In questo caso meglio optare per tessuti sintetici, tra cui materiali riciclati e poliestere, che hanno il vantaggio di costare meno e di adattarsi a climi meno rigorosi. Prima dell’acquisto è bene valutare l’opportunità di scegliere tessuti antibatterici e anallergici, che oltre a prevenire problemi di allergia assorbono meno gli odori e possono essere conservati più facilmente. Se certificati dal marchio di garanzia Oeko-Tex Standard 100, tali tessuti aiutano a prevenire il deposito di acari e polvere. In tutte le coperte elettriche che trovi su Klarstein il quadro di comando è facilmente rimovibile, e quindi possono essere lavate in lavatrice senza problemi.

Benefici di una coperta termica per la salute

Oltre a garantire comfort e permettere di risparmiare sui costi di riscaldamento, l’uso di una termocoperta fa bene alla salute, con benefici in particolare per quanto riguarda la muscolatura, che risente positivamente del calore da essa generato, ma non solo. Non a caso, molte persone le acquistano specialmente a fini terapeutici, per trattare o migliorare problematiche relative a:

  • dolori muscolari: il calore allenta la tensione muscolare e migliora la mobilità
  • allergie: asciugando l’umidità di materassi e lenzuola, scaldamaterasso e coperte termiche riescono a ridurre fino al 50% la presenza degli acari, causa frequente di allergie e asma
  • sinusite: per contrastarla sono efficaci le temperature non troppo alte, e grazie a uno scaldaletto sarà possibile abbassare il riscaldamento senza dover rinunciare a un letto caldo, con benefici anche per la qualità complessiva del sonno
  • Artrite: il calore aiuta a ridurre la tensione in caso d’infiammazioni non gravi, e favorisce migliore mobilità delle articolazioni

Lavaggio e manutenzione della coperta termica: i nostri consigli

Quanto spesso bisogna pulire uno scaldasonno?

Una coperta termica lavabile in lavatrice può essere lavata ogni due settimane o una volta al mese durante la stagione fredda. È necessario maneggiarla con delicatezza, tuttavia, alternando l'asciugatura all'aria con quella in lavatrice come misura extra per mantenere le connessioni interne della coperta in buono stato. Per realizzare il lavaggio, avrai bisogno di una lavatrice e un'asciugatrice, o in alternativa uno stendibiancheria o stendino, e di detersivo per capi delicati.

Come lavare la coperta termica

Innanzitutto, scuoti la coperta per eliminare quanti più detriti possibile. Prima di mettere la coperta elettrica in lavatrice, non dimenticare di rimuovere tutti i cavi e controlli. Se usi una lavatrice ad alta efficienza, carica la coperta liberamente, mentre con lavatrici standard con un agitatore centrale, è consigliabile distribuire uniformemente la coperta intorno al tamburo. Potrebbe essere necessario aggiungere un paio di asciugamani o lenzuola che non producono pelucchi per bilanciare il carico.

A questo punto, potrai selezionare la temperatura dell'acqua e il detersivo. Lava la coperta in acqua fredda o tiepida con il tuo normale detersivo. Non aggiungere candeggina o ammorbidente giacché potrebbero deteriorare i componenti interni della coperta. Per la scelta del programma di lavaggio, seleziona un ciclo breve o delicato. Se puoi impostare la velocità di centrifuga finale, riducila al minimo per evitare un'eccessiva forza sul cablaggio interno della coperta.

Lascia che la lavatrice agiti per due o tre minuti e poi passa al ciclo di risciacquo. Una volta terminato il ciclo di risciacquo, rimuovi immediatamente la coperta. Se usi l'asciugatrice, seleziona una temperatura più fredda e un programma con sola aria. E meglio che la coperta termica si asciughi solo parzialmente per circa 20 minuti, e potrai poi rimuovere la coperta mentre è ancora umida, completando l'asciugaturaall'aria su uno stendibiancheria o stendino. L'alto calore può infatti restringere la coperta e danneggiare l'isolamento dei fili. Assicurati che la tua asciugatrice sia abbastanza grande da permettere alla coperta di rotolare liberamente. Se non è abbastanza grande, usa un'asciugatrice di una lavanderia a gettoni impostata su freddo o solo su aria.

Si può stirare una coperta elettrica?

Poiché il calore del ferro da stiro può danneggiare l'isolamento dei fili, le coperte termiche non dovrebbero essere stirate. Se la tua è stropicciata, appendila a un'asta da doccia, e lascia che sia la gravità a elimionare le stropicciature.

Come conservare una termocoperta?

Durante la stagione calda, le coperte elettriche e i materassi riscaldati vengono solitamente riposti. Ti consigliamo di usare questa lista di controllo per assicurarti di conservare correttamente la tua coperta termica, in modo che sia pronta nuovamenbte all'uso al ritorno dei primi freddi:

  • Verifica la presenza di fili allentati, strappi o scottature

  • Dopo aver scollegato i controlli dalla coperta e dalla presa a muro, controlla se ci sono eventuali cavi esposti o allentati, aree bruciate e strappi. Decidi se le riparazioni possono essere fatte o se la coperta deve essere sostituita

  • Prima di riporre la termocoperta, assicurati che sia completamente asciutta. Controlla i controlli e i cavi, per accertarti che non ci siano crepe o aree annerite. Se le trovi, la coperta dovrebbe essere sostituita

  • Una volta pulita e completamente asciutta, arrotola la coperta delicatamente. Non creare pieghe brusche e dure perché potrebbero danneggiare i fili interni. Conservala in uno spazio asciutto, climatizzato e privo di insetti e roditori

  • I controlli e i cavi dovrebbero essere conservati scollegati dalla coperta o dal materassino. Avvolgi liberamente i cavi, facendo attenzione a non schiacciarli, e mettili insieme alla coperta in un sacchetto di stoffa morbida o in un contenitore di plastica per evitare che la polvere si depositi

Riparazioni

Se la coperta ha smesso di funzionare, stacca la spina e ricontrolla che i collegamenti siano tutti stretti. Qualsiasi componente incrinato o scolorito dovrebbe essere scartato e sostituito. Piccoli strappi possono essere riparati a mano con un filo e un ago. Tuttavia, se lo strappo espone qualsiasi filo o componente elettrico, la coperta non dovrebbe essere usata di nuovo.

Trattare le macchie su una coperta elettrica

È consigliabile trattare una macchia sulla coperta il più rapidamente possibile seguendo le linee guida per il tipo specifico di macchia. Tuttavia, la pulizia di un punto specifico della coperta elettrica è semplice. Prima di tutto, scollegale, tampona la macchia con un asciugamano, e utilizzare un coltello da burro, una vecchia carta di credito, o l'unghia per rimuovere qualsiasi cibo, bevanda, o altre sostanze dal tessuto. Strofina un po' di detersivo delicato sulla macchia, rimuovi il detersivo con un panno pulito umido fino al risciacquo. Lascia che la coperta si asciughi completamente all'aria prima di utilizzarla.

Suggerimenti per lavare una coperta elettrica

Se la tua lavatrice non è abbastanza grande da contenerla, la coperta può essere lavata a mano nella vasca da bagno. Usa acqua fredda, una piccola quantità di detersivo e strizza delicatamente. Le coperte elettriche o i materassi riscaldati non dovrebbero mai essere lavati a secco, poiché i prodotti chimici usati nel processo possono danneggiare l'isolamento del filo. Non mettere la biancheria da letto elettrica in un'asciugatrice commerciale che usa temperature molto alte, che può anche danneggiare i cavi elettrici interni. Le coperte elettriche moderne possono essere lavate perché l'elemento riscaldante è completamente racchiuso in un isolamento ignifugo e impermeabile, ma è comunque necessario trattare la coperta con cura (per esempio, non schiacciandola) per mantenere la griglia di riscaldamento sicura e intatta.

torna su