Piccolo manuale sulle cappe aspiranti

Una questione d’olfatto!

La gamma Klarstein offre una scelta così ampia di modelli di cappe aspiranti, che è facile perdere il filo. Non preoccupatevi: nel nostro manualetto sulle cappe aspiranti risponderemo a tutte le domande su questi pratici dispositivi da cucina. Partendo dalle domande su ciò che bisogna tenere presente nella scelta di una cappa aspirante per la cucina, fino ad arrivare a consigli riguardanti la pulizia e la manutenzione, nessuna questione rimarrà irrisolta.

Sottopensile

E

UW60SF cappa di aspirazione 60 cm 165 m³/ora Classe E

69.99 €

Maggiori info

Le cappe aspiranti sottopensile sono generalmente più piccole e compatte, caratteristiche decisamente vantaggiose per installazione e montaggio. Possono essere montate tranquillamente sotto ai pensili della cucina sovrastanti il piano di cottura. In questo modo non sono necessarie modifiche.

D

UW60BL cappa da cucina aspirante 317 m³ Classe E

69.99 €

Maggiori info

E

Purista Cappa Sottopensile Parete Inox/Vetro 60 cm 166 m³/h

59.99 €

Maggiori info

Le nostre cappe aspiranti sottopensile UW60SF, UW60BL e Purista sono ideali per cucine di grandezza piccola o medio-grande. Con un ricambio d’aria di 3 metri cubi all’ora sono le aiutanti perfette per piccoli nuclei familiari!

A parete

Le cappe aspiranti a parete rappresentano la più grande e forte contropartita alle cappe sottopensile. Vengono montate sulla parete sovrastante il piano di cottura e aspirano i fumi che si creano mentre si cucina e li eliminano dalla cucina tramite un circolo d’aria chiuso.

B

Zola Cappa Aspirante Acciaio Inox Senza Testa 90cm

169.99 €

Maggiori info

B

Zarah Cappa Aspirante Acciaio Inox 60 cm Montaggio a Parete 620 m³/h LED

139.99 €

Maggiori info

E

TR90WS Filter 3 cappa da cucina 90cm 340m³/h Classe E

119.99 €

Maggiori info

Panoramica su tutte le cappe aspiranti

Scopri i prodotti

A parete adattabili

Cappe di aspirazione adattabili possono essere, tramite ampliamento, adattate dal funzionamento di aspirazione a quello di ricircolo. Questo aspetto è particolarmente vantaggioso durante l’inverno. L’aria riscaldata a caro prezzo sarebbe aspirata da una tradizionale cappa aspirante tradizionale e rimarrebbe l’aria fredda.

D

Noir Prima Cappa Aspirante Retro Acciaio Nero 60cm

159.99 €

Maggiori info

Le cappe aspiranti adattabili di Klarstein possono passare rapidamente dalla funzione di aspirazione a quella di ricircolo per mezzo di un filtro ai carboni attivi e un’apposita impostazione. In base alle necessità è possibile passare da una funzione all’altra.

D

Noir Retro Cappa Aspirante acciaio inox Champagne Classe D

119.99 €

Maggiori info

C

Lorea Cappa Aspirazione 65W 60cm 350cm³/h Vetro Touch Nero

169.99 €

Maggiori info

Consigli per cappe aspiranti

1. Modalità di funzionamento delle cappe aspiranti

Cuocere, arrostire, infornare, stufare e molto altro ancora rappresentano le tipiche attività culinarie svolte in cucina in cui si vengono a formare vapori e odori intensi. Accanto agli odori, i vapori contengono spesso anche particelle di grasso che circolano nell’aria. Questa combinazione, conosciuta anche come “fumi di cottura”, rappresenta un problema per molte case prive di cappa aspirante. Se questi fumi non vengono trattati, si depositano su mobili e altri elementi di arredamento, con conseguenze negative. Strati di grasso ingialliti e odori spiacevoli diventano allora difficili da eliminare. Per fare in modo di evitare questa situazione a priori, è necessaria l’installazione di una cappa aspirante in cucina. In questo moto verrà assicurato il ricambio di aria e si otterrà come risultato un’aria pulita.

Le cappe aspiranti si dividono in due varianti:

a) Cappe di ricircolo

Nelle cappe di ricircolo si verifica un ricambio dell’aria indiretto: ciò significa che l’aria aspirata viene pompata direttamente nella stessa stanza. Per un ricambio d’aria efficace si trovano un filtro ai carboni attivi e uno antigrasso. I filtri ai carboni attivi hanno la caratteristica positiva di assorbire gli odori dei vapori. I filtri antigrasso catturano invece le particelle di grasso. Aspirazione ed emissione avvengono in un unico passaggio.

b) Cappe di aspirazione

Nelle cappe di aspirazione si verifica un ricambio diretto dell’aria. Le cappe di aspirazione vengono montate in cucina ad un pozzo di ventilazione preesistente, tramite cui l’aria aspirata viene eliminata e l’aria fresca viene distribuita in cucina tramite un elemento di aerazione. Dato che in questo tipo di ricambio d’aria non è necessario preoccuparsi di odori spiacevoli, queste cappe sono dotate esclusivamente di filtro antigrasso, in quanto la comparsa di strati di grasso può verificarsi anche in presenza di cappe di aspirazione.

2. Quale cappa aspirante è adatta alla mia cucina?

Accanto al metodo di ricambio dell’aria, si aggiunge la domanda relativa alle dimensioni della cucina e al tipo di cappa da installare. Questa è direttamente correlata al livello di potenza necessario.

La cappa aspirante non deve essere eccessivamente grande. Controllate il possibile ricambio d’aria in un’ora, quando la cappa opera ai massimi regimi. Successivamente si calcola il volume d’aria della cucina in base alla superficie e all’altezza del soffitto. Idealmente vale la seguente regola: l’aria sporca della cucina deve essere aspirata dai filtri completamente otto volte in un’ora, per assicurare l’eliminazione di grassi e odori. Rispettando questa regola basilare, potrete calcolare la potenza oraria necessaria utilizzando la seguente formula:

Superficie cucina in m² * altezza soffitti in m * 8 = potenza in m³ all’ora

Esempio: ad una cucina con una superficie di 20 m² e un’altezza dei soffitti di 2,5 m corrisponde una cappa aspirante in grado di filtrare fino a 400 m³ d’aria in un’ora.

Fate attenzione anche alla larghezza effettiva del piano di cottura e scegliete la cappa in base alla sua larghezza. Per piani di cottura con 75 cm di larghezza consigliamo una cappa aspirante con una larghezza di 90 cm. Piani di cottura con una larghezza di 90 cm dovrebbero essere forniti di una cappa da 120 cm. L’eccedenza è necessaria in quanto i fumi di cottura non salgono in modo perpendicolare, ma tendono a spostarsi lateralmente. Per questo per catturare i fumi in modo appropriato le cappe dovrebbero presentare un’eccedenza risetto al piano di cottura sottostante.

Cappe inclinate

Un nuovo trend nel mondo delle cappe è rappresentato dalle cappe inclinate, anche dette a „testa libera“. Queste presentano una struttura in declivio in profondità che dona un nuovo aspetto estetico alla vostra cucina. A prima vista non si direbbe che questi dispositivi sono delle cappe aspiranti, dato che non presentano alcun filtro antigrasso visibile. Nella maggior parte dei casi l’aria viene aspirata e filtrata da una fessura nel rivestimento o sopra al bordo. In questo modo i filtri sono ancora più semplici da pulire, che nei modelli tradizionali.

Contemporaneamente questo tipo di cappa riduce la probabilità di sbattere contro il dispositivo, dato che sono sospese sopra ai fornelli e potrebbero eventualmente essere sfavorevoli per gli utilizzatori. Questo tipo di cappa aspirante è particolarmente adatto a persone di statura elevata.

Cappe aspiranti adattabili

Tanto le cappe di aspirazione, quanto quelle di ricircolo presentano dei vantaggi. Per questo motivo la soluzione ideale è la combinazione di questi modelli. In questo modo si combina la funzione aspirante a quella di ricircolo (solitamente per mezzo di un filtro ai carboni attivi) e viceversa. In questo modo il punto debole di una cappa di aspirazione durante l’inverno diventa il suo punto di forza. L’aria riscaldata dai termosifoni rimane nell’appartamento.

3. Cura e manutenzione delle cappe aspiranti

I componenti di una cappa aspirante hanno presentano un’usura moderata e non bisogna aspettare l’ultimo momento per effettuare manutenzione. Le superfici interne ed esterne della cappa aspirante vanno pulite regolarmente indipendentemente dal grado di utilizzo: anche qui possono depositarsi particelle.

Filtri antigrasso devono essere puliti o sostituiti a intervalli regolari. Se ciò non avviene, la potenza aspirante della cappa ne risente e si corre il rischio di formazione lo strato di grasso sul filtro prenda fuoco. SI consiglia di procedere ad una pulizia profonda della cappa almeno una volta al mese.

Nei dispositivi dotati di filtro ai carboni attivi, anche questo deve essere sostituito ad intervalli regolari. Dato che la sua funzione principale è quella di catturare le particelle degli odori, la frequenza di manutenzione non è elevata come nel caso dei filtri antigrasso.

Per l’illuminazione sono disponibili generalmente due varianti: lampade alogene o luci LED. I LED hanno consumi più ridotti rispetto alle alogene, sebbene presentino costi d’acquisto leggermente maggiori.

Ovviamente troverete nel nostro assortimento tutti gli accessori necessari alla vostra cappa aspirante: luci, filtri sostituibili o moduli per l’adattamento a modalità di ricircolo.

torna su