Guida per cappe aspiranti

L'aria è pura!

Partiamo con una promessa: non cercheremo mai di gettarti fumo negli occhi. Il nostro assortimento comprende un'ampia selezione di cappe aspiranti e vogliamo guidarti nel nostro mondo di prodotti per aiutarti a trovare il dispositivo su misura per la tua cucina e le tue necessità.

La guida è ideale per tutti coloro che non hanno ancora una chiara panoramica sul tema. Rispondiamo alle domande più rilevanti e presentiamo diversi esempi di questo praticissimo e versatile dispositivo. Il nostro viaggio inizia con una descrizione dei diversi tipi di cappe aspiranti, prosegue con un'escursione riguardante differenze e vantaggi delle varianti a scarico dell'aria o a ricircolo e termina con una presentazione di importanti consigli relativi alla scelta d'acquisto, alla cura e alla manutenzione.

Cappa aspirante sottopensile

Le cappe sottopensile sono generalmente più piccole e compatte e facilitano installazione e montaggio. Questi modelli vengono installati senza problemi sotto agli armadi pensili sopra al piano cottura e permettono di evitare eventuali lavori di modifica.​

C

UW60SF cappa di aspirazione 60 cm 165 m³/ora Classe C

79.99 €

Al prodotto

C

UW60BL cappa da cucina aspirante 210 m³ Classe C

89.99 €

Al prodotto

C

Purista Cappa Sottopensile Parete Inox/Vetro 60 cm 166 m³/h

84.99 €

Al prodotto

Le cappe sottopensile sono particolarmente indicate per cucine di piccole e medie dimensioni. Con un ricambio d'aria fino a 210 m³/h, sono ideali per piccoli nuclei abitativi.

Cappa aspirante a parete

Le cappe a parete sono le sorelle maggiori dei modelli sottopensile e le elevate prestazioni le rendono particolarmente indicate per cucine più grandi. Come suggerito dal nome, ti basterà installarla alla parete sopra al piano cottura e aspirerà efficacemente i vapori, conducendo poi l'aria all'esterno attraverso un circuito chiuso.

TUTTE LE CAPPE ASPIRANTI

Dai un'occhiata ora

Cappe a parete modificabili

​Modificare o rinunciare? Alcune cappe aspiranti permettono una modifica manuale per passare dalla funzione di scarico a quella di ricircolo. Questo è particolarmente vantaggioso durante l'inverno, dato che una cappa in funzione di scarico aspira l'aria riscaldata a caro prezzo della cucina e lascia entrare invece aria fredda.

Le cappe aspiranti di Klarstein in funzione di scarico adatte a questo tipo di modifica possono essere utilizzate in funzione di ricircolo con l'aggiunta di un filtro ai carboni attivi e una specifica impostazione. In base alla situazione, è poi possibile selezionare la modalità più adatta.

Acquistare una cappa aspirante: informazioni importanti

1. L'amore è nell'aria: ecco come funzionano le cappe aspiranti

Cuocere, arrostire, friggere e molto altro ancora sono irrinucniabili in cucina, così come pentole, padelle, mestoli e, ovviamente, una cappa aspirante. Questo perché le prime attività citate creano odori e vapori, con la conseguente circolazione di particelle di grasso nell'aria. Questa pessima combinazione è nota anche come vapore saturo e presenta un problema per molte cucine prive di cappa aspirante. I vapori saturi aderiscono facilmente alle superfici di mobili e dispositivi elettronici. Il risultato: una pellicola di grasso difficile da eliminare e odori spiacevoli. Ma non c'è bisogno di arrivare a tanto. Una cappa aspirante non solo riduce la quantità di vapori, ma sostituisce "l'aria di cottura" con aria depurata. Puoi letteralmente tirare un sospiro di sollievo!

Le cappe aspiranti si suddividono in due varianti principali:

a) Ricircolo dell'aria

Le cappe a ricircolo presentano un ricambio d'aria indiretto, in cui l'aria aspirata viene poi direttamente erogata nella stessa stanza. Questa variante utilizza quindi un circuito chiuso. L'efficacia del ricambio d'aria è garantito dalla combinazione di filtro ai carboni attivi e filtro antigrasso: i carboni attivi assorbono al meglio gli odori, mentre l'altro filtro cattura le particelle di grasso.

b) Scarico dell'aria

Queste cappe presentano un ricambio dell'aria diretto. Questi modelli sono collegati a un tubo flessibile che scarica l'aria aspirata. Un elemento di afflusso conduce poi aria fresca nella cucina. In questo tipo di ricambio d'aria, i cattivi odori non sono rilevanti. Per questo le cappe a scarico presentano solo un filtro antigrasso per tenere puliti i condotti.​

2. Qual è la cappa aspirante più adatta alle mie necessità?

Tu, la tua cucina e la tua nuova cappa aspirante - un team imbattibile! Non si tratta però solo di estetica: la cappa deve anche essere adatta alle dimensioni del locale e alle tue preferenze. Oltre al tipo di funzionamento, è necessario considerare le dimensioni della cucina in cui si desidera installare la cappa aspirante. La risposta a questa domanda permette di determinare la potenza necessaria.

Back to school, visto che ora ci vuole un po' di matematica. Non preoccuparti, ti aiutiamo noi... ovviamente senza voto. L'aspetto decisivo è il flusso d'aria orario possibile ai massimi regimi. Calcoliamo poi il volume della cucina utilizzando la superficie e l'altezza del soffitto. Per liberare efficacemente l'aria della cucina da odori e grassi, è necessario che questa passi attraverso il filtro fino a otto volte all'ora. Utilizzando questa regola generale, è possibile calcolare la potenza oraria necessaria con la seguente formula:

Superficie della cucina in m² x Altezza del soffitto in m x 8 = Potenza in m³/ora ​

Esempio: per la tua cucina da 20 m² con soffitto alto 2,5 m è ideale una cappa aspirante in grado di filtrare fino a 400 m³ d'aria all'ora.

Facile, no? Per un adattamento ottimale è importante anche la larghezza del piano cottura. Due consigli:

  • Piani cottura con una larghezza fino a 75 cm: cappa aspirante larga 90 cm
  • Piani cottura con una larghezza fino a 90 cm: cappa aspirante larga 120 cm

Una leggera sporgenza è importante, dato che i vapori non salgono solo verticalmente, ma anche lateralmente. Per aspirare al meglio i vapori, la cappa deve sporgere a sinistra e a destra dei fornelli.

Guarda un po': cappe aspiranti inclinate

C'è un nuovo trend nell'aria: le cosiddette cappe inclinate. Il loro marchio di fabbrica è la struttura inclinata, che colpisce esteticamente e dona un look davvero unico alla cucina. Viene considerata il camaleonte delle cappe aspiranti, dato che la variante inclinata priva di filtro antigrasso visibile è praticamente irriconoscibile al primo sguardo. Le cappe inclinate aspirano generalmente l'aria da una fessura nell'alloggiamento o dal bordo per poi filtrarla. Questo facilita anche la pulizia.

Al contempo, i modelli inclinati riducono il rischio di sbattere la testa, per la gioia delle persone particolarmente alte.

Massima praticità: cappe aspiranti modificabili

Sia le cappe a scarico che quelle a ricircolo hanno i loro vantaggi. Per questo motivo, l'ideale è una combinazione delle due funzioni. Con questo intendiamo le cappe aspiranti a scarico d'aria che possono essere modificate per la funzione di ricircolo con l'aggiunta di un filtro ai carboni attivi. Queste permettono di trasformare il punto debole della funzione di scarico durante l'inverno in un punto di forza, dato che l'aria scaldata dai termosifoni rimane all'interno della stanza.

3. Cura e manutenzione delle cappe aspiranti

Con una cura adeguata, le cappe aspiranti durano a lungo. Per contrastare la normale usura, consigliamo di pulire regolarmente le superfici esterne ed interne su cui si depositano le particelle.​

Ricordati anche di pulire il filtro antigrasso a intervalli regolari e di cambiarlo secondo necessità. In caso contrario, la potenza aspirante della cappa diminuisce e, nel peggiore dei casi, il filtro può prendere fuoco. Il nostro consiglio: pulire a fondo la cappa una volta al mese.​

Se la cappa ha un filtro ai carboni attivi, assicurati di sostituirlo quando necessario. Visto che la sua funzione principale è quella di assorbire gli odori, la frequenza di manutenzione è inferiore rispetto ai filtri antigrasso.​

Le cappe aspiranti presentano normalmente anche un sistema di illuminazione integrato per migliorare la visibilità sul piano cottura. Sono disponibili due varianti: LED e lampade alogene. Le luci LED consumano meno corrente, ma sono un po' più costose.​

Ovviamente nel nostro assortimento trovi gli accessori adatti per ogni cappa aspirante, come filtri, moduli per la modifica alla funzione di ricircolo e lampade.​

torna su