Condizionatori split Klarstein: la temperatura ideale, sempre

È sempre più comune avere in casa un condizionatore d'aria, un dispositivo diventato quasi una necessità di base, soprattutto nelle zone dove in estate è molto caldo, dal sud dell’Italia alle città, specie se situate in zone di fondovalle. Se il tuo obiettivo è raffreddare tutta la casa, puoi scegliere tra un condizionatore portatile con tubo di scarico, o optare per un sistema multi-split, per il quale è necessario collegare le unità interne con quelle esterne. Una soluzione più dispendiosa, certo, anche perché richiede l’installazione di un tecnico specializzato. Tuttavia, considerando che i sistemi di condizionamento portatile monoblocco non sono molto efficienti e molto rumorosi, un semplice sistema split potrebbe rivelarsi la scelta vincente, e un ottimo investimento, data la possibilità di usarlo anche per produrre aria calda nei mesi invernali.

I condizionatori Klarstein sono robusti, efficienti e affidabili, oltre a caratterizzarsi per un prezzo estremamente vantaggioso. Prima di dare un’occhiata alla galleria di prodotti, continua a leggere per scoprire le principali differenze tra le diverse versioni (condizionatori monosplit e multisplit) e scoprire quali sono le caratteristiche da considerare per trovare il modello che fa proprio al caso tuo. Per ulteriori informazioni, ti invitiamo anche a consoultare la nostra guida all'acquisto del condizionatore, dove mettiamo a confronto i diversi dispositivi. Non perdere le nostre offerte, e assicurati un’estate sempre fresca, con uno dei condizionatori split Klarstein.

Cos'è un condizionatore split?

Lo split è uno dei sistemi di aria condizionata attualmente disponibili sul mercato e tra i più utilizzati nelle case private. Il motivo? La sua efficienza, silenziosità e capacità di mantenere la temperatura ai livelli desiderati anche per lunghi periodi. Un condizionatore split è composto da un'unità esterna, il condensatore, che si installa generalmente sulla facciata o sul balcone della casa, e da un'unità interna che raffredda l'aria. Il fatto che sia un sistema in cui i componenti sono divisi spiega il suo nome, poiché deriva dalla parola inglese split, che significa proprio "separare".

Per installare l'unità interna di un condizionatore split, è necessario praticare un foro nel muro per collegare i tubi con quelli dell'unità esterna e installare uno scarico. L'installazione di condizionatori d'aria split è facile, ma deve essere realizzata da un tecnico che disponga di conoscenza ed esperienza per installare il sistema split in modo da risparmiarti problemi in futuro.

Come funziona un condizionatore split?

Sapevi che un sistema di aria condizionata non introduce aria fredda nelle stanze, ma piuttosto estrae aria calda? Se ti trovi vicino a una presa d'aria condizionata, noterai che l'aria in quella zona è considerevolmente più fredda del resto della stanza, e c'è una certa corrente d'aria. Questo può portare a pensare che i condizionatori d'aria raffreddino l'aria, mentre in effetti quello che fanno è sfruttare un processo di trasferimento di calore per estrarre il calore ambientale e utilizzare un ventilatore per distribuire l'aria "convertita" in tutto il resto della stanza.

Klarstein Windwaker condizionatore split

Il sistema di climatizzazione è composto da due elementi principali: l'unità interna e l'unità esterna. Un sistema stagno di tubi di rame attraverso il quale circola un gas refrigerante unisce entrambi gli elementi e passa dallo stato liquido a quello gassoso in diversi punti del circuito. Nell'unità interna si trova l'evaporatore in cui il calore viene estratto dall'aria nella stanza e un sistema di ventilazione che è responsabile della distribuzione dell'aria fresca attraverso la stanza.

L'unità esterna ospita invece il compressore, che lavora per controllare la pressione interna del sistema e mantenerlo in movimento, oltre al condensatore e ad una valvola di espansione. Questo gas lascia l'unità esterna in uno stato semi-gassoso attraverso i tubi di rame e raggiunge l'evaporatore dell'unità interna. Lì, intrappola il calore dell'aria che cambia il suo stato in gassoso. Questo gas refrigerante ritorna all'unità esterna dove passa per il compressore per aumentare la sua pressione, e attraverso un condensatore dove diventa liquido e dove viene raffreddato, per poi espellere l'aria calda verso l’esterno.

Il gas refrigerante passa poi attraverso la valvola di espansione dove avviene il processo inverso a quello del compressore, rilasciando parte della pressione sul gas refrigerante e riportandolo allo stato semi-gassoso originale per riavviare il ciclo. Questo è, in sintesi, il processo di raffreddamento e i componenti presenti in qualsiasi sistema di aria condizionata.

Cos'è un condizionatore multisplit?

I condizionatori d'aria multisplit sono la soluzione migliore per mantenere la casa climatizzata, in quanto costituiti da un singolo condensatore, o unità esterna, e diverse unità interne. A seconda del numero di unita installate, si parlerà di condizionatori dual split, condizionatori trial split, e così via.Fino a otto unità interne possono essere installate in diverse stanze all'interno della casa, permettendo di regolare la temperatura in ogni ambiente in modo indipendente. Inoltre, è possibile collocare diversi tipi di unità in ogni stanza a seconda delle esigenze: unità a muro, a cassetta o a soffitto.

Vantaggi del condizionatore dual split Svantaggi del condizionatore dual split
Possibilità di regolare ciascuno split in maniera autonoma, a seconda della stanza da refrigerare Il motore unico, per azionare i diversi split, richiede una maggior erogazione in potenza
Ottimizzazione dell'ingombro, grazie alla presenza di un’unità esterna Una lunghezza eccessiva dei tubi di collegamento tra unità interne e motore può pregiudicare la capacità di raffreddamento
É dotato di tecnologia inverter, per gestire al meglio le temperature nelle diverse stanze Maggior uso di gas refrigerante, per riuscire a raffreddare superfici ampie
Manutenzione ordinaria semplice e poco cara, limitataa alla pulizia dei filtri e alla sostituzione della batteria L'installazione è possibile solo in ambienti di ampie dimensioni, e non può essere usato in monolocali o abitazioni di piccole dimensioni
Costi energetici ridotti, grazie alla possibilità di rinfrescare selettivamente singole stanze
Velocità nel raffreddare gli ambienti, grazie alla potente unità esterna

Cosa si intende per inverter nell'aria condizionata?

Al giorno d'oggi, la maggior parte degli split funziona con la tecnologia inverter, grazie alla quale il compressore lavora ad una velocità costante, evitando di dover avviare e fermare frequentemente per raggiungere la temperatura desiderata. I vantaggi dell'aria condizionata con tecnologia inverter sono molti:

  • È più silenzioso perché non ci sono partenze continue.

  • Poiché il compressore dell'aria condizionata funziona continuamente, è più facile mantenere una temperatura costante.

  • Grazie alla frequenza di funzionamento è regolata, il condizionatore split consuma meno energia e risparmia energia.

  • I componenti sono meno sollecitati, e quindi la vita utile del dispositivo si allunga.

Aspetti da considerare per l’acquisto di un condizionatore split

La potenza è un fattore determinante nella scelta di un sistema di climatizzazione, ed è il fattore che maggiormente condiziona il suo prezzo. Tuttavia, anche se il prezzo finale è una ragione importante per qualsiasi acquisto, non dovrebbe essere l'unico criterio di scelta. Molti altri fattori, come ad esempio il livello di rumore delle unità, l'efficienza energetica, ecc. Sono altrettanto cruciali nel definire il condizionatore split perfetto per le tue esigenze.

Emissioni di rumore del condizionatore

Come qualsiasi altro apparecchio elettrico, i condizionatori d'aria emettono rumore. La cosa importante in questo caso è mantenere il livello di rumore delle unità il più basso possibile. Il livello di rumore è particolarmente importante nelle unità da installare nelle camere da letto, anche se questo fattore non deve essere trascurato in ambienti più affollati come il soggiorno. Bisogna considerare anche il livello di rumore dell'unità esterna, per non creare un fastidio ai vicini adiacenti al luogo in cui l'unità è installata.

Come regola generale, un livello di rumore di circa 22 dB per l'unità interna e 46 dB per l'unità esterna è considerato tranquillo. A mo’ di riferimento, una biblioteca tranquilla è di circa 42 dB. Più basso è questo valore, più alto è il livello di comfort. È comune per i produttori includere una misurazione del rumore per l'unità interna che indica che viene utilizzata una "impostazione speciale", riferendosi alle modalità ECO o silenziosa che alcuni modelli includono.

Climatizzatori split smart, con tecnologia IoT

I condizionatori d'aria si uniscono alla lista dei dispositivi connessi in casa. I nostri modelli più avanzati includono opzioni di connettività che permettono loro di essere integrati in ecosistemi IoT per la casa connessa, grazie all’utilizzo dell’ app Klarstein, perfettamente integrata con Alexa. Questa connettività è richiede la presenza di una rete WiFi, in modo da poter configurare il funzionamento dell'aria condizionata a distanza dal tuo telefono cellulare per, ad esempio, attivare l'aria quando si lasci il lavoro per avere la temperatura perfetta quando si arriva a casa. Dai un’occhiata alla nostra galleria di prodotti, e cerca quelli che riportano la dicitura ‘smart’, che indica proprio la possibilità di controllo a distanza via app.>/p>

Etichetta energetica

I condizionatori d'aria, come tutti gli elettrodomestici, sono classificati in base alla loro efficienza energetica. Migliore è questo indice di ottimizzazione, minore sarà il consumo richiesto per funzionare. Questa migliore ottimizzazione è legata a un leggero aumento del prezzo al momento dell'acquisto dell'apparecchio, ma questo è più che compensato a medio termine dal risparmio sulla bolletta elettrica. Puoi trovare un riferimento a questa ottimizzazione sull'etichetta energetica del prodotto:

  • Classe A: la maggior parte dei condizionatori d'aria sono già ottimizzati, quindi la classe A è praticamente relegata agli apparecchi portatili.

  • Classe A+: consuma fino al 10% in meno di energia rispetto a un condizionatore di classe A.

  • Classe A++: rappresenta un ulteriore passo avanti nel risparmio e consuma fino al 16% in meno di energia rispetto a un apparecchio di classe A.

  • Classe A+++: la più efficiente di tutte. Può consumare fino al 40% in meno di energia rispetto a un condizionatore di classe A.

Per affrontare al meglio l'estate, dai un'occhiata anche a

torna su