Ciao, appassionato di birra!
Benvenuto nel mondo della birra di Klarstein​

L'arte sopraffina della birra fatta in casa

C'è qualcosa che bolle in pentola: con la gioia di sperimentare, consigli e prodotti di qualità Klarstein, ti trasformerai da appassionato di birra in un mastro birraio per produrre la tua birra in casa. Perché bere le solite marche reperibili in commercio? Nel mondo della birra Klarstein potrai aprire il tuo birrificio personale e produrre birra da solo. Scopri l'antica arte della birrificazione e segui le vie tradizionali oppure percorrine di nuove con creazioni moderne.​ ​
​Il nostro mondo della birra è talmente vario come la stessa gamma di birre. Qui scoprirai tutto ciò che c'è da sapere sulla birrificazione, sui tipi di birre, sugli ingredienti e molto altro. Dalla meritata birra a fine lavoro fino all'Oktoberfest: lasciati ispirare dalla ricchezza delle sfaccettature della famosa bevanda orzata. Alla salute!.

La birra artigianale: l'arte della birrificazione moderna​

La birra artigianale: l'arte della birrificazione moderna

Per gli appassionati di birra: produrre semplicemente birra

I veri appassionati di birra omaggiano il re con la corona di schiuma per la sua freschezza, autenticità e varietà. Per la loro fortuna: con il giusto impianto di birrificazione o un paiolo di ammostamento di alta qualità, chiunque può produrre birra. Ma come si inizia e cosa serve per produrre la propria birra? Nella nostra guida troverai tutte le risposte.​

La birra artigianale: l'arte della birrificazione moderna​​​

Produrre birra con Klarstein

La gioia dell'attesa di passare serate estive al parco, grigliare con gli amici e partecipare a festival allegri aumenta con ogni grado. Fortunati coloro che si lanciano preparati nella stagione dell'open air, perché Klarstein realizza il sogno della birra fatta in casa stappando la bottiglia con fragore. Pronti, partenza, cin cin!​

Produrre birra ora

Più prodotti inerenti alla birra

Sei un appassionato di birra e hai ancora delle domande per diventare un mastro birraio esperto? Le risposte fondamentali sulla produzione della birra le trovi nelle nostre FAQ.​ ​

Scopri ora

Produrre birra: nel luppolo c'è speranza!​​

Guida alla produzione di birra

Luppolo e malto sono sempre con noi. Visita il nostro mondo della birra e lasciati inebriare dai mari dorati, scuri e ambrati fino alle magnifiche cime delle corone di schiuma. Ma non farti inebriare troppo, perché la birra va bevuta con moderazione e con ciò non intendiamo nei boccali. ​
Produrre birra è molto più di un mezzo per un fine. Per questo motivo dalla prima idea fino al sorso finale bisogna fare attenzione ad esempio a quali ingredienti sono importanti nella produzione di birra e in quale sequenza del processo di birrificazione sono fondamentali. Ma l'impegno viene premiato, al più tardi quando condividerai orgogliosamente con i tuoi amici la tua creazione di birra personale. ​

Produrre birra con Klarstein​

BIRRA PRODUCITI DA SOLA

I prodotti per fare la birra

Produrre birra: ecco come funziona

Preferisci che la tua birra sia dolce, aspra oppure che sorprenda con un colore scurissimo? Chi vuole produrre la propria birra non deve solo inserire gli ingredienti correttamente, ma variare con il tipo, la quantità e la temperatura di birrificazione.​ ​ ​

Quali ingredienti servono per la birra?

Produrre birra non è astrofisica, ma con una buona pianificazione puoi raggiungere deliziose galassie lontane. Il processo di birrificazione è preceduto dai seguenti dubbi: quale ricetta applicare, quanta quantità produrre, quali ingredienti comprare e quali accessori mi servono per produrre birra? La base compone sempre la ricetta. Tutte le Ale e la tipica birra Weiss bavarese fanno parte delle birre ad alta fermentazione, mentre Pils, Helles e Märzen rientrano nella categoria delle birre lager a bassa fermentazione. Di riffa o di raffa: la legge della purezza prevedeva che solo malto, luppolo, lievito e acqua fossero gli ingredienti da utilizzare nelle birre tedesche. ​

La gamma delle ricette è sconfinata. Perciò per la tua prima birra è bene comprare gli ingredienti offerti con una miscela già pronta. Importante: la popolarità della birra in Germania emerge anche dalle direttive tipicamente tedesche, perché in quanto appassionato di birra devi sempre informare l'ufficio doganale centrale competente sui tuoi progetti. Ma non ti preoccupare: dovrai pagare le tasse solo se produci più di 200 litri di birra per anno solare.

La produzione di birra tradizionale scioglie innanzitutto l'amido dai chicchi frantumati e li trasforma in zucchero, il cosiddetto ammostamento. Acqua e malto vengono mescolati in un tino di ammostamento prima che lo zucchero residuo nel malto venga lavato durante la chiarificazione e che il malto impoverito (sansa) venga separato dal liquido. ​

Il risultato si chiama mosto, che devi far bollire per un'ora con il luppolo. I motivi sono molti: il luppolo arricchisce la soluzione di maltosio con sostanze amare e aromatiche.​ ​

Ma esiste la birra senza luppolo? Ni. Chi rispetta scrupolosamente la legge della purezza non può fare a meno del luppolo ovvero lo deve sostituire con delle alternative tipo le spezie, cosa che però irrita i moralisti. Se vuoi liberarti dalle grinfie della legge della purezza possiamo solo dire: go for it e raccontaci della tua birra fatta in casa senza luppolo.
Infine il mosto viene raffreddato il più rapidamente possibile a temperatura di attivazione. Il termine "attivazione" significa l'inoculo del lievito per attivare la fermentazione. Però all'erta: nella zona di raffreddamento è fondamentale lavorare in modo pulito, dato che il mosto raffreddato è soggetto a contaminazione. Non vogliamo di certo avere degli ospiti indesiderati, giusto? Per questo motivo il vapore deve poter fuoriuscire dal paiolo in qualsiasi momento.

La fermentazione: dal pancotto alla birra

Sei pronto per il primo esercizio di birrificazione? Finora abbiamo creato solo un tetro e triste pancotto, ma tramite la fermentazione il lievito produce magicamente una birra esilarante. Però ciò funziona solo quando lo zucchero si trasforma in alcol e anidride carbonica. Non per niente tra i birrai recita il famoso adagio: "Il birraio prepara il mosto, ma è il lievito che fa la birra." Devi portare molta pazienza, perché la fermentazione principale dura da cinque a sette giorni. ​

Imbottigliamento e fermentazione secondaria

Prima di imbottigliare o infustare la birra giovane nell'ultima fase, bisogna filtrare le particelle di lievito e i depositi rimasti dalla bevanda orzata. Durante la fermentazione secondaria la birra prodotta ottiene il suo meritato riposo per maturare, fissare l'anidride carbonica e rendere il tutto perfetto. Non lo nascondiamo: l'ultimo atto è la prova di grande pazienza, perché la birra giovane viene conservata in posizione verticale per molte settimane a una temperatura di uno, due gradi, in modo tale da dare al lievito il tempo di depositarsi. Così la birra si chiarifica e si stabilizza.

Nella birrificazione scorrono sangue e perseveranza: è ora di festeggiare con una bottiglia fresca di birra prodotta in casa, perché una volta che si inizia, si può programmare il procedimento in modo tale da avere sempre a portata di mano birre a sufficienza. A tal fine: cin cin!​​ ​

Ci hai preso gusto?

Allora approfondiamo insieme l'arte della birrificazione in sei atti. Con le nostre istruzioni e il paiolo di ammostamento Klarstein, una soluzione completa per attivare il mosto, puoi produrre facilmente la tua birra in casa.​ ​

Produrre birra ora ​

Produrre birra da soli e posizionare la corona di schiuma

L'arte della birrificazione in sei atti​​

Che differenza intercorre tra un "bar"biere e una birra al "bar"? Giusto, il primo taglia i capelli e la birra al bar vogliamo sostituirla con una fatta in casa. Okay, la battuta era proprio pessima. Completamente diversa dalla corona regale di schiuma quando beviamo la birra prodotta in casa. ​
Ma esiste un kit di birrificazione per il proprio birrificio domestico? Ma certamente! Con una mente lucida, i paioli di ammostamento e gli impianti di fermentazione di Klarstein potrai produrre facilmente la birra. ​

Produrre la birra in casa: ingredienti e accessori

Per 20 litri di birra da produrre in casa

  • Ricetta di birrificazione
  • Acqua, malto, luppolo, lievito - quantità secondo la ricetta
  • Paiolo di ammostamento e tino di chiarificazione (25-30 litri)
  • Contenitore di fermentazione
  • Filtro a sedimentazione
  • Pentola o bidone (minimo 10 litri)
  • Mestolo dal manico lungo
  • Recipiente graduato
  • Termometro
  • Bilancia

Soprattutto gli accessori sono molto voluminosi. La buona notizia: chi vuole produrre birra in tutta comodità, trova nell'impianto di birrificazione Mundschenk di Klarstein una soluzione pratica e di alta qualità. Così spariscono contemporanemante quattro accessori: paiolo di ammostamento, tino di chiarificazione, filtro a sedimentazione e termometro, perché l'impianto contiene tutti gli elementi importanti. ​

Produrre birra con Klarstein

La gioia dell'attesa di passare serate estive al parco, grigliare con gli amici e partecipare a festival allegri aumenta con ogni grado. Fortunati coloro che si lanciano preparati nella stagione dell'open air, perché Klarstein realizza il sogno della birra fatta in casa stappando la bottiglia con fragore. Pronti, partenza, cin cin! ​

Paiolo di ammostamento Mundschenk: un must per tutti gli appassionati di birra

Chi vuole produrre birra in casa propria non può evitare di comprare il paiolo di ammostamento Mundschenk. La soluzione completa per attivare il mosto di birra dispone di un inserto per colino e di un contenitore per cereali, per separare facilmente il mosto filtrato dalla sansa. Il tutto passa poi dal rubinetto per essere riempito nel contenitore di fermentazione.​

Al prodotto

Paiolo di fermentazione Maischfest - produrre birra in casa

Anche gli appassionati di birra che fanno da soli la birra, possono produrre flessibilmente la loro bevanda preferita. La preferisci chiara o scura, speciale o leggera? Il paiolo di fermentazione Maischfest trasforma il mosto filtrato in una gustosa birra. Così si aprono contemporaneamente parecchie porte in questo settore. "Bevi birra dopo vino e sei fiacchino", così recita un vecchio adagio, ma se l'appetito accarezza l'idea di un buon bicchiere di vino, il paiolo di fermentazione di Klarstein prende anche quest'ordine. ​

Al prodotto

Impianto di spillatura Skal - sei il migliore

Visto che una birra appena spillata è più buona di una birra in bottiglia o lattina, non c'è modo di evitare di comprare un impianto di spillatura per la taverna o per il barbecue in giardino. Dato che anche l'occhio vuole la sua parte, Skal copia fedelmente lo stile di un vero impianto da banco. ​
Sei un appassionato di birra e hai ancora delle domande per diventare un mastro birraio esperto? Le risposte fondamentali sulla produzione della birra le trovi nelle nostre FAQ.​ ​

Al prodotto

Produrre birra in casa: istruzioni​​

Un brindisi alla bontà

Con Mundschenk puoi creare quasi tutti i tipi di birra e produrre persino la birra artigianale di tendenza. Affinché ciò avvenga con successo, è importante montare correttamente l'impianto. Prenditi quindi tempo e familiarizza con il dispositivo. Alla fine dei conti si tratta di godersi il sapore in tutto relax.​

Il vantaggio dell'impianto di produzione della birra: non devi comprare un kit di birrificazione voluminoso, perché funge già da soluzione completa. Prima però dovresti pulire l'impianto riempiendolo con 20 litri d'acqua e un detergente adatto. Lasciare circolare la miscela a 60 °C per mezz'ora. Sciacquare infine accuratamente il dispositivo con acqua.​ ​

Pronto? Perfetto, allora riempiamo insieme un bollitore per birra, nel quale Obelix avrebbe preferito cadere piuttosto che in un pentolone con una pozione magica. Le seguenti istruzioni sulla "Produzione di birra in casa" suddivisa in sei atti si riferiscono al paiolo di ammostamento Mundschenk e al paiolo di fermentazione Maischfest.​ ​

Ammostamento​

Chi vuole produrre da solo la birra deve prima inserire l'inserto del colino nel paiolo e riempire il dispositivo con la quantità d'acqua necessaria e l'apposito contenitore con i cereali. Ora basta far bollire l'acqua a 66 - 68 °C. Programma l'impianto di birrificazione dal display moderno, rilassati e osserva il movimento. Nel frattempo ti spieghiamo che cos'è il mosto: la miscela di malto macinato e acqua. Non appena si raggiunge la temperatura corretta, la pompa di ricircolo si aziona regolando il flusso. Quando si conclude il processo di ammostamento dopo un'ora e mezza, hai ottenuto il mosto, ovvero le parti liquide del mosto.

Chiarificazione​

La chiarificazione deve separare il mosto dalla sansa e farlo passare dal rubinetto. Serve una pentola o un bidone grande da sistemare sotto al rubinetto per raccogliere il mosto filtrato. Anche qui ci vuole pazienza, che viene ricompensata alla fine con una deliziosa birra fatta in casa. La chiarificazione può durare fino a 30 minuti.

Bollitura​

Ora il mosto viene cotto. Portare il dispositivo alla temperatura di ebollizione e aggiungere gli altri ingredienti. Tutto dipende dal momento giusto, perciò consigliamo di studiare bene la ricetta. Come già detto prima, produrre birra in casa è un'arte! La durata della cottura può variare da 60 a 90 minuti a seconda delle istruzioni e, visto che nel frattempo si formano i cosiddetti sedimenti, il vapore deve sempre poter fuoriuscire dal paiolo. ​

In questo modo eviti di riempire la tua casa con un odore fastidioso. E, credimi amico mio, questo odore non lo vuole proprio nessuno.​ ​

Raffreddare​​

Quando si produce birra da soli il tempo non è denaro, ma oro e stiamo parlando di oro fuso. Immergere la spirale di raffreddamento 15 minuti prima del termine della bollitura per sterilizzarla. A questo punto c'è una nota fondamentale da aggiungere: procurati separatamente i tubi e gli allacciamenti per la spirale di raffreddamento, perché non sono inclusi nel volume di consegna. Terminata la bollitura, raffredda il liquido a 20 °C con la spirale. Hai raggiunto la temperatura? Allora puoi riempire il contenitore di fermentazione con il liquido, facendolo scorrere dal rubinetto sul lato frontale del paiolo. Per fare ciò consigliamo di utilizzare l'affermato paiolo di fermentazione Maischfest. ​

Fermentare

Ora il divertimento passa dal bicchiere Grazie al lievito, l'insipido pancotto si trasforma in un'ottima birra, la tua birra! Per non commettere errori dell'ultimo momento, si propone un prodotto di qualità come il paiolo di fermentazione di Klarstein. ll decotto deve essere ben mescolato o scosso dopo l'aggiunta del lievito, a cui serve urgentemente ossigeno. Ciò funziona meglio in un ambiente controllato e temperato. In questo modo non si sviluppano derivati indesiderati durante la fermentazione.

Imbottigliare

No, con ciò non intendiamo l'atto del bere, ma l'ultimo atto del nostro viaggio attraverso l'arte della birrificazione. Del resto vogliamo goderci il nostro prodotto consapevolmente. A seconda del tipo, dell'occasione e delle abitudini di consumo, sei tu a decidere come eseguire la fermentazione secondaria della tua birra giovane e come conservarla. Una Imperial IPA tollera sicuramente un paio di settimane in più di conservazione rispetto a una Pale Ale leggera. Per assaggiare una Stout bisogna aspettare ancora di più, mentre la classica Pils è più buona fresca. La birra giovane viene imbottigliata passando prima per un tubo o un tubicino di riempimento automatico, da inserire sul rubinetto del recipiente della birra. Condurre il tubo o il tubicino fino al fondo della bottiglia e riempirla con cautela. Ci sei riuscito? Congratulazioni. Brindiamo al tuo successo con una birra fatta in casa. Salute!​ ​

Tipi di birra: gustatele!​

Come funziona esattamente con i tipi di birra? La bevanda orzata giallo oro è l'unica vera, mentre le birre artigianali possono essere arancioni o ambrate e i Goth o le persone che hanno un bel pancione da birra bevono le birre scure? Quante baggianate!​​

Lo sapevi che l'espressione pancia da birra è un termine scherzoso che si usa a Berlino? Nemmeno noi lo sapevamo. "Ancora tanto da imparare tutti noi abbiamo" dice Yoda brillo. Okay, mettiamo da parte le battute e addentriamoci nello studio della birra. ​

L'ABC delle varietà di birra per il prossimo tavolo riservato ai clienti abituali​​​

Lievito, luppolo, malto e acqua: sono i quattro ingredienti dai quali nasce la birra secondo la legge tedesca della purezza. Ciononostante la birra non è uguale a birra e le tipiche caratteristiche dei vari tipi di birra sono alla base delle tante sottigliezze nella loro produzione.​ ​ ​​

Quali tipi di birra esistono?

Bisogna distinguere due classi: le birre ad alta e a bassa fermentazione. Da lì si articolano diverse varietà e numerosi sinonimi di birra. A questo proposito: prima di spiegare i due livelli della fermentazione e presentare i tipi di birra tedesca ad alta e bassa fermentazione, ti presentiamo prima di tutto la nostra Top Five dei migliori giochi di parole:​​​ ​​

  • Frullato al luppolo - la birra sana
  • Schiuma - attenzione, pericolo di confusione
  • Tè d'orzo - per rilassarsi
  • Proiettile di vetro incamiciato - sul serio?
  • Spumante da muratore - dolce, anche se amaro

Tipi di birra: è il lievito che fa la differenza!

Birra ad alta fermentazione: fermentare a temperatura ambiente

Nella produzione di birra sono determinanti le colture di lievito utilizzate durante la birrificazione. I lieviti ad alta fermentazione vanno alla grande a temperature tra 15 e 20 °C, dopo salgono in superficie, danno per così dire una sbirciatina, e si depositano sulla birra giovane durante la fermentazione. Molti palati trovano le varietà di birra ad alta fermentazione più aromatiche, corpose e fruttate.

I tipi di birra ad alta fermentazione più note: ​

  • Ale
  • Berliner Weisse
  • Kölsch
  • Weizen

Contenuto alcolico: da 3% vol.
​Gradazione: da 7,5 a 32 gradi Plato ​
Fermentazione: da 18 a 25 °C

​ ​

Birra a bassa fermentazione - ragionare a mente fredda​

Il lievito tende a nascondersi meglio nelle birre a bassa fermentazione, perché in questa categoria rientrano le birre il cui lievito si deposita sul fondo del recipiente di fermentazione durante il processo di birrificazione. Fino a 150 anni fa la birra veniva prodotta solo in inverno, perché il lievito a bassa fermentazione predilige il freddo. Soltanto l'invenzione della macchina frigorifera nel 1876 consentì di produrre birre a bassa fermentazione per tutto l'anno, che di norma durano più a lungo e hanno un estratto originale di mosto più accentuato e un contenuto alcolico maggiore.​​

I tipi di birra ad alta fermentazione più note: ​ ​

  • Chiara
  • Märzen
  • Pils
  • Scura
  • Contenuto alcolico: da 4,5% vol. ​
    ​Gradazione: da 10 a 12 gradi Plato​
    Fermentazione: da 4 a 9 °C​​​ ​

Tipi di birra in Germania

Nel settore culinario la Germania spicca anche per una varietà poliedrica di birre, ma per alcuni la questione è semplice: Pils e nient'altro. I buongustai della birra che vogliono provare qualcosa di diverso, imparano a scoprire anche altre prelibatezze. Ma vediamo di riepilogare i tipi di birra che preferiscono i tedeschi.​​

Le varietà di birre ad alta fermentazione più amate

Pale Ale

La chiara proveniente dall'isola è una birra asciutta e amara con un forte aroma di luppolo e un basso contenuto alcolico. Non a caso viene definita da alcuni il "longdrink britannico".

Berliner Weisse

Una bevanda rinfrescante amata nelle calde giornate estive, spesso accompagnata da una spruzzata di sciroppo di asperula o di lamponi e una cannuccia. Però è buona anche naturale.

Kölsch

La specialità biondastra e altamente fermentata proveniente da Colonia è adatta a qualsiasi occasione. Dal gusto discreto e con un contenuto alcolico modesto, la Kölsch è una varietà di birra particolarmente leggera.

Birra Weizen

La bevanda tradizionale è diventata negli ultimi anni uno stile di vita. Gli intenditori apprezzano soprattutto il sapore speziato e l'aroma di banana non molto spiccato che emerge da un sottoprodotto della fermentazione.

Le varietà di birre a bassa fermentazione più amate​

Chiara

La tuttofare tra le birre più amate piace a quasi tutti ed è adatta in qualsiasi situazione. La birra chiara dal sapore leggermente dolce e maltoso si beve che è una meraviglia quando fa molto caldo e rinfresca d'estate.

Märzen

​Originariamente veniva prodotta a marzo. La birra a bassa fermentazione porta la sua tradizione già nel nome. L'aggiunta di luppolo e il carattere dolce hanno piazzato la Märzen come birra preferita in molti elenchi negli ultimi anni.

Pils

​La birra Pilsner, o Pils, è la birra preferita in Germania, un vero classico appunto. La birra forte dal colore giallo oro ha un sapore maltoso e aspro ed è solitamente più amara di altre varietà.

Birra scura

La caratteristica della birra forte è, come già rivela il nome, il suo colore profondamente scuro. Chi ne assaggia un sorso, sente il gusto del fascino maltoso di note tostate e non vede l'ora di gustare il prossimo sorso e quello dopo ancora.

I nostri prodotti più venduti

Come faccio a produrre la birra?

Le FAQ finali per gli appassionati di birra

Ti chiedi come fare per produrre birra? Spegniamo la tua sete di sapere con le risposte più importanti.​

Come, non posso produrre birra? Questa sarebbe la nostra reazione indignata se in Germania fosse possibile la produzione solo di nascosto e non casalinga. Per fortuna tutti i cittadini tedeschi possono produrre la birra in casa, però non come vogliono loro. Tanto è tipico il gusto della birra in Germania quanto sono logiche le norme ufficiali, secondo le quali devi informare l'ufficio doganale competente su qualsiasi attività birraria. Basta anche una comunicazione informale. ​

In linea di principio non c'è un limite massimo, ma se produci meno di 200 litri di birra all'anno non devi pagare le tasse. Chi invece produce una quantità maggiore rispetto a quella citata, deve presentare una dichiarazione fiscale per la birra. Non è uno scherzo. La stessa cosa vale anche se da semplice produttore di birra in casa diventi un oste per passione e vuoi vendere il tuo prodotto. In caso di dubbi conviene sempre contattare l'ufficio doganale.

Per trasformare casa tua in un birrificio hai bisogno di alcuni attrezzi oppure di uno dei pratici impianti di birrificazione Klarstein. Oltre a ciò sono fondamentali gli ingredienti autorizzati dalla legge della purezza: luppolo, malto, lievito e acqua. Le quantità esatte si trovano nelle ricette. Le bottiglie vuote non fanno impazzire gli appassionati di birra, ma sono utili quando si tratta di imbottigliamento e fermentazione. Le cose più importanti sono però tempo, pazienza e passione, perché per le birre buone occorre tempo.​

Innanzitutto: avresti mai pensato che la birra è composta da più del 90 % di acqua? Per questo motivo la qualità ha un ruolo molto importante, tanto che alcuni birrifici utilizzano la propria fonte. Decisivo per il sapore sono i minerali: mentre le birre chiare puntano sull'acqua morbida, quindi con un basso contenuto di minerali, le produzioni scure preferiscono l'acqua più dura.

Qui le opinioni sono contrastanti. Mentre alcuni vedono solo il vantaggio estetico e la salvaguardia delle tradizioni, altri individuano anche i vantaggi funzionali dei paioli di rame. Il materiale guadagna punti con un'ottima conduzione termica e ha effetti positivi sul gusto e negativi (nel senso della riduzione) sulle muffe come i batteri, grazie al rilascio degli ioni del rame.​

Ma certamente! E in questo caso il nome non ha importanza: Weizen, Hefeweizen o birra Weiss. La domanda è piuttosto come puoi produrre la birra amata soprattutto nei biergarten estivi e che faccia sicuramente una bella figura rinfrescante sul tuo balcone. La ricetta è importante, perché la differenza fondamentale tra Weizen e Pils è l'uso del lievito ad alta fermentazione.

Una fase importante nella produzione di birra è la bollitura del mosto, che si forma durante l'ammostamento. Se dovessi trovarci dei fiocchi bianchi, sta tranquillo e continua a fare la tua birra. Si tratta solo di proteine che coagulano durante la bollitura. Questo processo viene definito anche rottura del mosto.​

Molti sono dell'idea che le persone producano birra da quando mangiano cereali.Certo, l'impasto del pane fermentato giustifica la produzione della birra odierna. Però l'eccelsa arte di produrre la birra, che più si avvicina al processo instaurato, risale al Medioevo.I monaci e le suore volevano crare una bevanda che accompagnasse sfiziosamente i loro pasti.In tal senso: grazie di cuore!

Niente stress nè frenesia, perché produrre birra richiede tempo. Soltanto l'ammostamento, la chiarificazione e la bollitura richiedono fino a otto ore. Ti sembra giusto? Però non è finita. Gli appassionati di birra necessitano davvero di molta pazienza, perché la fermentazione nelle bottiglie richiede altre due - tre settimane. No, purtroppo non si tratta di un errore ortografico.​

Acqua, luppolo, lievito e malto sono i componenti principali della birra. Chi vuole produrre birra in modo creativo, può naturalmente allungare l'elenco. Per fare in modo che la tua birra fatta in casa possa andare di pari passo con il tuo entusiasmo e la tua pazienza, devi adoperare in ogni caso ingredienti di alta qualità. Inoltre raccomandiamo di intrattenerti con persone esperte in materia. Al giorno d'oggi funziona anche online.​

La risposta diplomatica: perché ognuno ha gusti diversi. In effetti ci possono anche essere motivi oggettivi. Le cause più frequenti sono indicazioni incomplete o errate di ricette e un contenuto troppo elevato di anidride carbonica.​

Poca anidride carbonica non è di per sé una cosa negativa, dato che ad alcuni piace proprio così la birra. Se desideri che la tua bevanda orzata sia più frizzante, la domanda sorge spontanea: come fa ad arrivarci nella bevanda durante la birrificazione? L'anidride carbonica si forma durante la fermentazione. Prendi i tuoi prodotti dal frigorifero e lascia che fermentino a temperatura ambiente per sette giorni.​

Gli amanti della birra adorano una corona di schiuma marcata, nonostante la monarchia fuori dai confini inglesi. Se la tua birra ha un aspetto poco regale, il motivo può essere un bicchiere lavato male, nel quale si trova ancora una pellicola di grasso. Generalmente la mancanza della corona di schiuma dipende da una bassa concentrazione di anidride carbonica.

Molti appassionati di birra devono confrontarsi con questo problema nel corso della loro carriera giallo oro. Non serve nemmeno pregare e supplicare. Se la birra è acida è finita. Nella maggior parte dei casi si tratta di una contaminazione a causa della scarsa igiene durante la birrificazione.

Non possiamo dare una risposta sommaria, dato che dipende da diversi fattori. L'unica cosa che possiamo consigliare è di dare alla birra il tempo che le serve. Fare la birra in casa non è come prendere un treno espresso, anche se dopo un po' di tempo ci porta nella corsia di sorpasso con il suo gusto. Come regola generale vale: la fermentazione può dichiararsi conclusa quando il valore misurato resta costante per tre giorni di fila.​​

Sì, esatto, perché la schiuma è un sottoprodotto del lievito ed è anche corretto che sparisca dopo la fermentazione primaria. ​

Il motivo più probabile è che la temperatura esterna sia troppo bassa (da - 18 a 22 °C). Basta aumentare il riscaldamento o lasciare che entri aria calda nel locale. Il processo di fermentazione ti gioca dei brutti tiri? Forse hai usato troppo poco lievito. In questo caso devi avere pazienza, perché il processo di fermentazione dura un paio di giorni di più.

Gli attrezzi puliti sono imprescindibili come il luppolo e il malto durante la birrificazione. Pulisci a fondo ogni accessorio con un disinfettante per allungare la conservazione della birra e per evitare la formazione di funghi.​

Non appena la tua birra entra nel frigorifero, si conserva fino a dodici settimane, ammesso che tu abbia lavorato in modo pulito. La conservazione a temperatura ambiente riduce la durata a otto settimane.

torna su