Estrattore di succo - un concentrato di gusto e salute

Un’alimentazione bilanciata prevede il consumo di almeno cinque porzioni di frutta al giorno, e con la crescente consapevolezza dell’importanza di una vita sana, l’estrattore di succo è diventato un elettrodomestico irrinunciabile per chi è intenzionato a preparare con facilità succhi e altre ricette sfruttando appieno il loro contenuto nutrizionale.

Gli estrattori di succo sono piccoli elettrodomestici progettati per processare frutta e verdura fresche con un innovativo principio di funzionamento, differente da quello di frullatori e centrifughe, che permette di estrarre dagli ingredienti e preservare al meglio tutte le sostanze nutritive contenute, senza pregiudicarne le qualità organolettiche. Un estrattore di succo permette di utilizzare quasi tutte le varietà di frutta e verdura, compresi anche ortaggi che normalmente si consumano cotti: ciò significa che nella preparazione di succhi con estrattore hai un’ampia possibilità di scelta, e puoi preparare numerose ricette secondo i tuoi gusti e la disponibilità stagionale degli ingredienti.

I modelli di estrattore che trovi su Klarstein si caratterizzano per il loro design innovativo, oltre ad essere robusti, efficienti e silenziosi. A seguire, vogliamo fornirti alcune informazioni importanti, per scegliere il miglior estrattore adatto alle tue necessità.

Come funziona?

L’estrattore di succo non fa uso di lame e funziona grazie alla coclea, una sorta di grande vite centrale che, senza triturare la frutta e la verdura, è in grado di spremerle sfruttando la potenza della pressione a cui vengono sottoposte. Il risultato è che succo e polpa vengono separati attraverso un processo di estrazione a freddo, senza distruggere le fibre e preservando importanti sostanze nutritive come minerali, vitamine e oligoelementi. Il succo prodotto dall’estrattore è dunque il più salutare e nutriente, e al termine del processo di estrazione, grazie al filtro di cui l’estrattore è dotato, gli scarti vengono eliminati senza fatica

Il motore dell’estrattore lavora a regimi bassi, mantenendosi al di sotto dei 100 giri al minuto, scendendo fino a 40 nei modelli di ultima generazione (anche per questo motivo vengono chiamati slow juicer). I dispositivi prevedono sempre un sistema per l’uscita separata del succo e dei residui.

Caratteristiche principali di un estrattore di frutta

Per forma e dimensioni, i dispositivi possono differenziarsi nettamente, potendo avere un aspetto a torre più alta e stretta, o essere più larghi e bassi e quindi più adatti ad essere tenuti su un ripiano sormontato da pensili. In genere l’altezza è compresa tra i 30 e i 50 centimetri, e i modelli si distinguono anche per la forma della bocca di entrata, a cilindro o a imbuto. Gli estrattori hanno potenze differenti, ma un modello con un motore più forte è da preferirsi a priori. L’aspetto che va considerato è piuttosto la capacità di lavorazione di un determinato quantitativo di ingredienti, fermo restando che nel caso di modelli con motori più piccoli, potrebbe essere necessario tagliare la frutta in pezzi più piccoli e aspettare un po’ di più per la conclusione del processo di estrazione. Per evitare l’incastro di pezzi di frutta all’interno del contenitore di raccolta, un buon estrattore permette inoltre d’invertire il senso di rotazione della coclea.

Per garantire un risultato ottimale, è importante la scelta dei filtri, ognuno indicato per un particolare tipo di lavorazione:

  • filtro a fori piccoli: è quello usato non solo per i succhi di frutta, ma anche quando si usano verdure o latte di cereali come riso, mandorle e avena. Grazie alla dimensione ridotta dei fori, il succo che si ottiene sarà più liquido

  • filtro a fori larghi: si usa per preparare passate di verdura e omogeneizzati, o anche quando si usa la frutta, se si preferisce un succo più denso

  • filtro cieco: come dice il nome, è privo di buchi, e viene impiegato esclusivamente per la produzione di gelati, sorbetti e granite. Inserendo la frutta congelata insieme agli altri ingredienti, e in questo caso il gelato uscirà dal beccuccio degli scarti, invece che da quello del succo.

Estrattore o centrifuga?

I due termini sono spesso usati come sinonimi, ma si differenziano per la modalità di funzionamento e per il tipo di risultato. Mentre infatti l’estrattore funziona grazie alla coclea che spreme e ‘mastica’ frutta e verdura per separare la parte liquida, la centrifuga funziona con una lama che tritura gli ingredienti. Quando la frutta è introdotta all’interno, viene spinta verso la sua base, e il succo passa attraverso dei piccoli fori che servono anche a trattenere gli scarti.

A differenza di un estrattore professionale, la centrifuga si avvale di un motore molto più veloce che può raggiungere anche i 18mila giri al minuto: ciò comporta una maggiore produzione di calore, che porta la frutta a ossidarsi, facendole perdere molte delle sue qualità nutritive. Un centrifugato, più denso rispetto a un succo, va quindi bevuto subito, mentre il succo preparato con l’estrattore può essere conservato in frigorifero per almeno 48 ore senza problemi. Mentre una normale centrifuga produce scarti abbondanti e umidi, poiché il succo non è filtrato in maniera ottimale, l’estrattore produce scarti ridotti e più secchi che possono essere riutilizzati come ingredienti di cottura o per preparare dolci e snack energetici.

I principali vantaggi di un estrattore professionale

Perché acquistare uno di questi innovativi e utilissimi apparecchi? Andiamo a elencarne sinteticamente i principali benefici:

  • succhi dal gusto pieno:riuscendo a ottenere una separazione quasi perfetta di succo e polpa, con un estrattore a casa potrai ottenere dei succhi salutari, sperimentando ricette sempre nuove, e combinando frutta e la verdura che preferisci

  • proprietà nutritive intatte:gli estrattori, lavorando a basso regime, consentono di mantenere intatto l´apporto nutrizionale degli alimenti, preservando enzimi e vitamine. Il succo viene infatti estratto lentamente sfruttando il movimento di rotazione, senza produrre ossidazione. Minore è il numero dei giri del motore, minore sarà anche il rischio di surriscaldamento degli ingredienti. Considerando che non sempre è possibile preparare macedonie, zuppe o altre ricette a base di frutta, il succo prodotto da un estrattore fornisce rapidamente al nostro corpo tutti quegli elementi nutrizionali che ci permettono di stare bene

  • meno scarti, più succo: rispetto a una centrifuga, l’estrattore permette di ridurre la produzione di scarti fino al 50%, e conseguentemente la quantità di succo ottenuta sarà maggiore

  • rumore e consumi al minimo: lavorando a un regime sensibilmente inferiore rispetto a una centrifuga o a un frullatore, le emissioni di rumore sono estremamente contenute, così come i consumi, grazie alla basso assorbimento di watt

  • ideale per i bambini:l’estrattore è un alleato perfetto per rendere più sana l’alimentazione dei bambini, in genere poco inclini a consumare frutta e verdura. Il succo estratto a freddo si presenta meglio, è appetitoso e privo di residui. Una volta sperimentato, potrai dimenticare i succhi di produzione industriale, ricchi di zuccheri e conservanti

Acquista il tuo estrattore online su Klarstein.it, approfittando delle nostre offerte. Scegli il modello che meglio si adatta alle tue esigenze e inizia subito a sperimentare nuove ricette, sane e nutrienti, per una vita piena di gusto.

torna su