Frullatori

(16)

Frullatore elettrico Klarstein - lo stile di vita sano inizia in cucina

Dai succhi agli smoothies, dalle salse alle creme vellutate, disponendo di un frullatore elettrico in casa, non ci sono davvero limiti alla creatività e si possono preparare in pochi minuti e con estrema facilità ricette deliziose e sempre nuove, usando ingredienti genuini. Per questo motivo si tratta di un oggetto indispensabile in cucina, che si sta diffondendo sempre più nelle case degli italiani come miglior alleato in favore di un’alimentazione sana. In commercio ne esistono svariate tipologie, dai mini frullatori portatili ai classici frullatori professionali da tavolo, che oltre a una potenza superiore offrono maggiori funzionalità e accessori.

Al momento dell’acquisto del frullatore, dunque, è importante chiedersi prima di tutto qual è l’uso previsto, per fare la scelta più giusta, orientandosi su un frullatore a immersione piuttosto che su un mixer per smoothie, oppure su un modello più completo, avanzato e versatile. Cerchi un frullatore in offerta? Su Klarstein trovi diversi modelli pensati per venire incontro alle tue necessità, garantirti le massime prestazioni e integrarsi perfettamente nella tua cucina grazie al loro innovativo design.

Potenza e tipi di motore in un frullatore professionale

Il tipo di motore di cui il frullatore dispone, insieme alla potenza, influisce in modo decisivo sul modo in cui lavora il dispositivo. La maggior parte dei frullatori domestici dispongono di un motore a corrente continua, che limita l’uso a sessioni brevi - al massimo un minuto di uso continuativo- al fine di evitare che si surriscaldi e si danneggi. Un frullatore professionale, al contrario, non pone limiti in questo senso, essendo dotato di un motore a corrente alternata, certamente più robusto e performante, i cui vantaggi consistono nella minore possibilità di surriscaldamento e nel ridotto assorbimento di energia. Ciò consente di usare l’apparecchio per più minuti consecutivi, garantendo prestazioni elevate, efficienza energetica e maggiore sicurezza.

Per quanto riguarda la potenza, espressa in watt, va specificato che essa non è di per sé un indicatore assoluto delle prestazioni del frullatore, determinate anche dal tipo di motore, dalla velocità di operazione e dal numero di lame con cui l’apparecchio lavora. Se pensi di usare spesso il tuo frullatore, magari per triturare alimenti più duri come ghiaccio, frutta secca o cioccolato, ti servirà una potenza compresa tra i 1000 e i 1200 watt e quindi ti consigliamo di scegliere un modello di fascia più alta. Se al contrario prevedi di usarlo esclusivamente per preparati liquidi a partire da alimenti morbidi, come è caso di succhi, frullati e salse, un frullatore piccolo con una potenza intorno ai 650 watt sarà sufficiente.

Frullatore in vetro o plastica - qual è meglio?

Nella scelta del frullatore adatto alle tue esigenze un elemento certamente da considerare sono le dimensioni e il materiale della caraffa. Al di là delle considerazioni sull’ingombro, il consiglio è sempre scegliere una capienza maggiore, evitando di acquistare un modello con un bicchiere di dimensioni troppo ridotte, scelta di cui ci si potrebbe pentire in seguito. I modelli che offrono capienze intorno ai due litri hanno dei prezzi più elevati, ma sono consigliabili per l’uso frequente in famiglia. Chiaramente il discorso cambia se si cerca qualcosa di più compatto, come un frullatore portatile, più che sufficiente per far fronte alle esigenze di un uso prevalentemente individuale.

In commercio sono disponibili frullatori con caraffe in vetro o plastica: a fronte di una maggior fragilità e pesantezza, il vetro è senza dubbio il materiale più adatto per contenere gli alimenti, oltre al fatto di non graffiarsi. I frullatori più economici sono dotati di bicchiere in plastica, più maneggevole, leggero ed economico da sostituire in caso di rottura. Prima dell’acquisto è bene accertarsi dell’eventuale presenza nel bicchiere in plastica di sostanze potenzialmente nocive, come il BPA (Bisfenolo A), usato nella produzione di policarbonati: i frullatori in offerta su Klarstein per esempio, hanno la certificazione BPA free, per garantire la tua salute. Spesso i coperchi dispongono di un foro di entrata, utile per inserire gli ingredienti mancanti anche quando si è già iniziato a frullare e quasi sempre la caraffa è graduata, per aiutare a dosare con precisione gli ingredienti utilizzati.

Usare un frullatore elettrico in sicurezza

Trattandosi di dispositivi ad alta potenza e dotati di lame (in genere quattro e su alcuni modelli più avanzati fino a sei), i frullatori dispongono tutti di funzione ‘lock’, ovvero, di un dispositivo di sicurezza che impedisce l’avvio del motore se la caraffa o il coperchio non sono stati inseriti correttamente: in questo modo è possibile prevenire pericolosi incidenti. Altri dettagli costruttivi che possono aumentare la sicurezza complessiva del dispositivo sono, ad esempio, l’impiego di materiali antiscivolo nel manico del bicchiere e per i piedini di appoggio, nonché una base larga in grado di fronire una maggiore stabilità e la presenza un sistema avvolgicavo, generalmente presente in un frullatore professionale di fascia più alta.

Frullatore per smoothies - perfetto per il take away

Una delle novità più recenti, che riscuote particolare successo tra il pubblico più giovane, è rappresentata dagli smoothie maker, mini frullatori portatili compatti dall’ingombro ridotto che funzionano secondo lo stesso principio dei frullatori tradizionali, ma si caratterizzano per la forma allungata e stretta. La particolarità del frullatore per smoothies è che il contenuto non va travasato al termine della preparazione, giacché il dispositivo usa coma contenitore una pratica bottiglietta ermetica e richiudibile che, una volta staccata dal corpo motore, permette di gustare immediatamente il frullato o di portarlo con sé dove si vuole. La maggior parte dei modelli hanno una capacità del contenitore di poco inferiore al litro, perfetta per l’uso personale, e una potenza media intorno ai ventimila giri al minuto.

Meglio un frullatore a immersione o tradizionale?

Tra le due tipologie esistono differenze sostanziali, ma entrambi permettono di realizzare diverse ricette. Il frullatore a immersione, comunemente chiamato anche minipimer, è uno dei piccoli elettrodomestici da cucina più versatili. Leggero e maneggevole, e permette la lavorazione degli alimenti non solo all’interno del recipiente di cui è dotato, ma anche in altri contenitori quali pentole, brocche o persino bicchieri, purchè sufficientemente alti da contenere gli schizzi. Il motore si trova nel blocco principale che viene impugnato, e la piccola lama, collegata attraverso lo stelo, gira velocemente ogni volta che si preme il pulsante, incorporando aria nel composto per garantire una maggiore spumosità.

I modelli più semplici dispongono di una sola velocità mentre altri ne hanno al,eno due o tre, potendo lavorare a regimi bassi quando gli ingredienti vanno solo amalgamati e non propriamente frullati. Il frullatore ad immersione è un dispositivo estremamente utile per la preparazione di zuppe e vellutate e quando non si dispone di molti piani di appoggio, e in commercio sono disponibili versioni dotate di accessori che ne ampliano le funzionalità. Anche dopo l’uso, trovare lo spazio per riporlo non sarà un problema, grazie al suo ingombro estremamente ridotto, ma la sua modalità di funzionamento non lo rende adatto alla preparazione si frullati e succhi.

Al contrario, il frullatore elettrico tradizionale rappresenta una soluzione più completa, versatile e potente, certamente rivolta a chi è pronto a spendere qualcosa in più. Grazie ai diversi programmi e velocità, un dispositivo di questo tipo è in grado di processare senza problemi alimenti di ogni tipo e consistenza, dalla frutta e la verdura fino alla frutta secca e al ghiaccio, facendo fronte a un’ampia gamma di esigenze mediante diverse velocità di funzionamento, tra cui la funzione a impulsi. I modelli forniti di diversi accessori permettono di preparare qualsiasi ricetta, usando con lame di diversa forma e adatte a tritare, montare, sminuzzare ed omogeneizzare. Nonostante l’ingombro e il peso siano superiori, specie quando la caraffa è in vetro, la costruzione solida e la maggiore capienza del contenitore lo rendono la scelta definitiva per l’uso in famiglia nella vita di tutti i giorni.

torna su